Buongiorno e buon lunedì! Ho già recensito precedentemente i primi due volumi di maze runner ( che potete trovare qui e qui ) ed oggi sono pronta a recensirvi l’ultimo capitolo della trilogia!

 

dashner-la-rivelazioneTrama:

Thomas sa di non potersi fidare delle menti malvagie che fanno parte della C.A.T.T.I.V.O., l’organizzazione che continua a tenere sotto scacco lui e gli altri Radurai, i sopravvissuti al Labirinto. Il tempo delle menzogne è finito, gli ripetono, i loro ricordi sono stati ripristinati e le tremende Prove cui sono stati sottoposti sono terminate. Sostengono di aver raccolto tutti i dati di cui avevano bisogno, ma di dover fare ancora affidamento su di loro per un’ultima missione: tocca ai Radurai trovare una cura per l’Eruzione, lo spietato morbo che conduce alla follia. Ma accade qualcosa che nessuno degli uomini della C.A.T.T.I.V.O. poteva prevedere: i ricordi di Thomas si spingono molto più lontano di quanto possano anche solo sospettare, fino alla verità. Il ragazzo adesso ha la conferma: non può credere a una sola parola di quello che dicono. E i suoi ricordi gli rivelano che dovrà fare molta attenzione, se vuole sopravvivere, perché la verità è più pericolosa della menzogna.

Recensione:

Sono pronta a parlarvi dell’ultimo volume di questa trilogia scritta da James Dashner; Maze Runner: La rivelazione. Ovviamente, come anche nei due libri precedenti, la scrittura è sempre più intrigante e affascinante, l’autore ha una capacità innata per la scrittura che non è mai apparsa banale, ma contorta e ricca di sotterfugi che finalmente verrano svelati. Dashner ha, appunto, un modo di scrivere molto coinvolgente per non parlare poi della fantasia che ha riversato in questi tre bellissimi libri.
Come ogni saga, c’è sempre un romanzo che piace più dell’altro e credo che i primi due siano quelli più belli, ma anche anche questo terzo capitolo sa il fatto suo. La rivelazione appare più come un libro forzato, come se Dashner abbia cercato in tutti i modi di trovare un chiusura e abbia deciso di farlo con l’utilizzo di questo libro. Nonostante questo, che potrebbe essere solo un mio punto di vista non condiviso da nessuno, il libro va letto, perchè la saga merita tantissimo.
Io ho letto i libri ormai molto tempo prima e li ho letti uno dopo l’altro e nonostante le perplessità che ho trovato, perplessità volute dallo scrittore stesso, non mi pento di essere rimasta immersa in questa lettura per giorni, piuttosto quando ho terminato sono rimasta un po’ con l’amaro in bocca, desiderando averne ancora.

Questo terzo capitolo è la conclusione più logica che poteva accadere e mi sono ritrovata a trattenere il fiato per l’evolversi dei fatti, che non sempre avevo previsto. I colpi di scena quindi non mancano e posso assicurarvi che, sebbene in modo leggermente minore rispetto ai primi due, la lettura vi prenderà totalmente costringendovi a divorare una pagina dietro l’altra.
Ovviamente anche di questo terzo libro è stato tratto il film, del quale vi sono ancora in atto le riprese, e inoltre James Dashner ha aggiunto un prequel della saga; Maze Runner: la mutazione.
Ancora una volta vi consiglio la lettura di questo libro, perchè come ho già detto, sia la saga che i film meritano di essere visti.

13244872_278503879151039_7692919659396933458_n

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *