Trama:

41YaWELHDvL._SX373_BO1,204,203,200_

Emma ha quasi sedici anni e due sorelle, Eileen e Constance. Vivono a Saint Claire, tranquilla cittadina del Connecticut, insieme alla madre Kate e a Miranda, la misteriosa donna comparsa nelle loro vite da quando il padre le ha abbandonate.
Le Hataway non sono donne normali, ma streghe costrette a nascondere la loro natura e i loro poteri per rispettare le leggi dei Custodi, ai quali devono obbedienza. Leggi che Emma ha infranto quando era solo una bambina per aiutare quelli che sarebbero diventati i suoi migliori amici, Sam e Alec.
Da allora i tre sono inseparabili nonostante Emma sia costretta a nascondere il segreto che più le sta a cuore.
Non è l’unica, però, a mentire alle persone che ama. Cosa nascondono Kate e Miranda? Quali sono i terribili segreti seppelliti nel loro passato? Perché il padre è scomparso all’improvviso senza lasciare traccia?

RECENSIONE:

Solstice L’incantesimo d’Inverno inizia con la narrazione di Emma, una bambina. Fin dai primi capitoli l’autrice dimostra un’ottima capacità narrativa, attenta ad ogni dettaglio e ogni pensiero che i protagonisti pensano, provano e vedono. In questa prima parte del libro mi ritrovo già una leggera nota negativa, in quanto ho trovato una descrizione non adatta a una bambina di quella età. Immaginavo pensieri più semplici, idee più adatte a quella fascia di età e un dialogo che ne fosse all’altezza, ho trovato quindi la parte  da “bambina” troppo “adulta” e spesso dimenticavo che avesse solo sette anni, immaginando che ne avesse molti di più. Non appena lo scenario  cambia e l’età cresce ho iniziato ad apprezzare ogni pagina di Solstice, immergendomi totalmente nella lettura.
Ho fatto della vita di Emma anche un po’ la mia vita, delle sue sensazioni le mie, ho sperato insieme a lei, e spesso ho anche provato un po’ di rabbia nel vedere quello che lei non riusciva a vedere nonostante fosse palese… questo mi viene naturale quando qualcosa mi colpisce, nel modo più postivo che esista. Nulla è lasciato al caso, tutto è collegato e in un modo o nell’altro si arriva ad una soluzione per ogni “dramma” affrontato.
Ho aspettato con ansia un momento del romanzo, uno di quei momenti che non spiegherò ulterioramente per evitare spoiler, ma quando è arrivato… mi aspettavo di più. E’ stato bramato così tanto, perfino dai protagonisti stessi, che era inevitabile attendere qualcosa di memorabile… mi aspettavo che il momento fosse approfondito maggiormente, che fossero descritte più emozioni e idee a riguardo, invece sembra essere lasciato piuttosto al caso. Mi dispiace dover ammettere che in quel particolare momento vissuto da entrambi mi aspettavo di più, qualcosa che invece non è arrivato.

In questo romanzo si riesce però a trovare un nuovo punto di vista sulle streghe, un punto di vista tutto nuovo che non avevo mai visto prima, nonostante io sia una divoratirce di Fantasy, questa è di sicuro una nota positiva verso le capacità della scrittrice.
Solstice è un romanzo bello, affascinante e interessante, sicuramente lo consiglio a chiunque ami il genere. Se non fosse per quei due piccoli punti che avrei sistemato o affrontato in modo diverso avrei dato cinque meritatissime stelle, ma credo che dare quattro stelle sia comunque più incline al mio giudizio.

star4

Linda.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *