Bright-Side-il-segreto-sta-nel-cuore-Kim-Holden-Bright-Side-1-e1460457502885Bright Side, il segreto sta nel cuore ’ è un libro di Kim Holden edito in Italia da Leggereditore. Inizio con il dire che, per una volta questa casa editrice non mi ha delusa. Leggereditore non è tra le mie CE preferite, ma questa volta ha fatto davvero un ottimo lavoro. La copertina è adorabile, davvero delicata e anche il colore e il font usato per titolo e autore mi è piaciuto parecchio. Faccio i complimenti al curatore di questi dettagli, LeggereEditore si sta dando da fare per recuperare!

La traduzione! Allora, ho sempre avuto problemi (purtroppo non li ho riscontrati solo con questa CE, ma anche con altre) rispetto alla traduzione di un romanzo straniero. Leggereditore è stata brava. Mi sfugge, ora, il nome del curatore della traduzione, ma è stata pressoché impeccabile e anche a livello di trasposizione grammaticale non posso far altro se non i complimenti. Da catalogare come uno Young Adult, Leggereditore ha colto nel segno. Questo romanzo è emozionante, strepitoso e ricco di insegnamenti. Non è la solita storia d’amore o di sesso. Non è la solita storia erotica che va tanto di moda. Leggereditore ha colto nel segno e ha pubblicato quello che io credo sia davvero un grande romanzo.

Kim Holden è una scrittrice statunitense di cui io non conosco nulla se non questo titolo. Spulciando online non ho trovato molto, se non un altro romanzo, edito nel 2015 negli USA e inedito in Italia dal titolo ‘ Gus ’. Sempre basandomi sulle notizie, posso dirvi che si tratta sempre di un Young Adult ( e dovrebbe anche essere il seguito di Bright Side ) e spero che venga pubblicato anche qui perché sono particolarmente curiosa di leggerlo (probabilmente lo acquisterò in lingua originale e formato kindle). Detto questo, torniamo alla recensione del romanzo.

Okay, questo romanzo è ambientato a Grant (cittadina del Missouri) e, come ho già detto, è catalogabile come young adult. Non me la sento di classificarlo come un romance, perché la storia non gira intorno al filone romantico e sarebbe una totale distorsione dei fatti che avvengono in questo romanzo.
Dunque, da dove parto? Kate.

Kate Sedgwick. È la protagonista del romanzo, è la stessa Bright Side, soprannominata così da Gus (di cui appunto leggeremo nel secondo romanzo!) il suo migliore amico da sempre. Ebbene, la vita di Kate non è mai stata facile (e giuro, mentre leggevo il libro non potevo fare a meno di pensare a quanto fosse stata disgraziata in diciannove anni di vita), ma lei ha sempre tirato dritto, ottimista come poche persone mi è capitato di vedere in tutta la mia vita. È un personaggio molto positivo, penso di non aver mai visto in uno Young Adult, un personaggio del genere e sono davvero molto felice di aver fatto la sua conoscenza. Schietta, sincera, bella. Bright Side si dimostra sensuale senza sforzarsi, senza atteggiarsi. È una forza della natura, le piace rischiare e vivere alla giornata, pensando al presente, non al futuro ed è ciò che mi ha più colpita. C’è una frase all’interno del libro di cui mi sono praticamente innamorata. Rimpianti? Mai. ’ non è esattamente così, ma Kate spiega il suo significato: non ha mai perso un’occasione, ha sempre colto ogni possibilità al volo e questa l’ha resa forte e l’ha arricchita. Romanzo di crescita personale e non solo. Bright Side ha aiutato ogni singolo personaggio a crescere. È stata una roccia, forte e coraggiosa, ha aiutato i suoi amici in modo tale che potessero essere loro stessi senza dover per questo sottostare al volere altrui. È incredibile come in un solo romanzo vengano trattati così tanti temi delicati: l’aborto, la malattia, la sindrome di down, l’essere genitori a una così ‘tenera’ età e l’omosessualità. Sono ancora dei tabù in molti paesi, le persone ti guardano in maniera differente se hai la sindrome di down o se sei omosessuale, per non pensare agli sguardi di compatimento se hai un figlio a carico o sei malato. Eppure Kim Holden è stata bravissima. Ha sviluppato ogni singolo tema trattandolo con una sensibilità tale che mi ha letteralmente commossa. Non esiste la diversità in questo libro. Tutti sono uguali, nessuno è meglio o peggio di qualcuno ed è proprio questo che mi è piaciuto del romanzo.

È scritto bene, non ci sono banalità o stupidi cliché. Niente è lasciato al caso e tutto è spiegato nella maniera più veritiera possibile. È tutto perfetto. Finalmente posso dire di aver letto uno young adult diverso da tutti gli altri, con qualcosa in più. Certo, c’è anche la storia d’amore, ma anche in questo caso non è il nucleo centrale e sono contenta che sia così perché, altrimenti, il libro avrebbe perso di significato. Vi consiglio caldamente questo romanzo, magari accompagnato da una scatola di kleneex, perché non potrete fare a meno di versare lacrime.

13244872_278503879151039_7692919659396933458_n

E anche per oggi è tutto,

Yls.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *