Oggi partiamo alla volta del paradiso,  pronti? Si vola a Medjumbe!!

Che siate in procinto di organizzare il vostro viaggio di nozze o desiderosi di disintossicarvi dal chiasso della città. Budget permettendo. Ho in mente un posto che fa per voi. Al largo del Mozambico, circondata dell’oceano Indiano,  questa piccola isola appartiene all’arcipelago delle Quirimbas. Qui non ci sono villaggi turistici con chiassosi mini club, non ci sono animatori che vi seguiranno per tutta la spiaggia, cercando di convincervi a partecipare all’ultimo gioco di gruppo. Qui la parola d’ordine è relax allo stato puro.

Per raggiungere l’isola bisogna partire da Pemba, sulla costa orientale del Mozambico, e affrontare un volo di poco più di mezz’ora con un piccolo aereo. Ed eccoci in paradiso! A Medjumbe comandano il mare con la sua brezza, il volo degli aironi, il canto delle balene e i giochi dei delfini. Pochi chalet adagiati sulla spiaggia vi accoglieranno con tutti i confort cheun paradiso del genere merita, piscina compresa.

Ci troviamo nel bel mezzo di un parco naturale, dove stupirvi per i colori della sua famosa baia corallina e la vita marina, con immersioni indimenticabili, o cantare insieme alle balene approfittando delle escursioni in barca organizzate per voi. I colori della spiaggia e il mare turchese vi resteranno negli occhi per un bel po’ di tempo. Quando tornerete nel caos cittadino  saranno le immagini ideali da visualizzare per recuperare la serenità. Ubriacatevi di tramonti sul mare, di passeggiate sulla spiaggia al chiaro di luna, chiudete gli occhi e lasciatevi cullare dalla brezza e dal suono del mare. Sarebbe un peccato però non approfittare di un’escursione in barca che vi farà raggiungere Ibo

Andiamo a fare una passeggiata per le strade dagli edifici coloniali, eredità lasciata dai coloni portoghesi. Ibo richiede un viaggio in barca di un paio d’ore, ma vale la pena lasciarsi catturare dal fascino decadente degli edifici, nascosti tra le mangrovie  e le palme. Antico avamposto portoghese e teatro di commerci, spesso carichi di dolore, perché anche da qui partivano le navi cariche di schiavi, la cittadina fantasma di Ibo vi condurrrà indietro nella storia e nel tempo. Se deciderete di pernottare ad Ibo, allora potrete lasciare scendere il sole sul mare, godendovi questo meraviglioso “ incendio” dalla terrazza del  “Ibo Island Lodge”, una struttura di lusso dove bere qualcosa godendovi lo spettacolo quotidiano offerto dal sole.

Con il cuore e la mente ristorati arriverà presto il momento  di rientrare alla base. Dopo giorni trascorsi in costume, pareo, piedi nudi o ciabattine,  sarà dura rientrare negli abiti e infilare di nuovo le scarpe.

Coraggio sognatori! Del viaggio è bello anche il ritorno e la progettazione di nuove fughe, no?

Buon viaggio sognatori!
Barbara Giuliano.

  • 12
  •  
  •  
  •  
  •  
    12
    Shares
  • 12
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *