cooker-295135_1280La pulizia del forno rientra sicuramente tra le attività più faticose che vengono svolte all’interno della cucina. Anche se l’idea non ci alletta poi molto per far sì che non si accumuli troppo sporco e soprattutto che questo si incrosti e diventi vecchio e quindi ancora più difficile da eliminare, bisogna pulire il forno regolarmente
È buona prassi infatti pulire il forno almeno una volta a settimana, specialmente all’interno, se vengono cotti dei cibi molto grassi.

Come pulire il forno? Ci sono diversi metodo.
Il primo a cui la maggior parte di noi si affida è sicuramente scegliere fra dei prodotti chimici e già pronti, reperibili facilmente al supermercato.

La facilità sta nel fatto che per pulire il forno con dei prodotti chimici ci basterà leggere le indicazioni riportate sull’etichetta. Ma attenzione, si tratta pur sempre di prodotti che possono contenere sostante irritanti.
Il rischio principale che si corre è che possano rimanere dei residui di detersivo all’interno del forno, i quali potrebbero contaminare i cibi durante la cottura.

Per questo, è consigliabile affidarsi  ai prodotti naturali.
Quali?

I più adatti sono il sale, bicarbonato di sodio, limone e aceto bianco, con l’aggiunta dell’acqua.
Questi ingredienti possono essere combinati fra loro ed utilizzati in diversi modi a seconda del grado di sporco presente nel forno.

Avete scelto il metodo che va meglio per voi? Perfetto.
Ricordatevi in ogni caso di rimuovere tutte le parti mobili prima di procedere alla pulizia. (le griglie, ad esempio) Quelle potete lavarle con acqua e sapone o in lavastoviglie.
Quindi procedete facendo scaldare il forno dai 60 ai 100 gradi per rafforzare l’azione sgrassante.
Se avete optato per i prodotti naturali vi consiglio questo metodo:

Infornate direttamente tre mezzi limoni spremuti in un tegame per circa mezz’ora, faciliterà la successiva pulizia sulle pareti dell’apparecchio, da effettuare con una spugna.  Il limone così trattato donerà anche un odore gradevole e fresco al forno. In alternativa, è poi possibile far scaldare nell’acqua il succo del limone e poi passarlo all’interno del forno.

Anche l’aceto, sciolto in acqua calda, offre un grande aiuto nella pulizia del forno. Questo ingrediente è molto indicato soprattutto per rimuovere lo sporco vecchio, indurito durante le varie cotture, un tipo di incrostazione che spesso nemmeno i detergenti chimici riescono ad eliminare.

baking-soda-768950_1280Il metodo migliore rimane comunque il composto contenente acqua, bicarbonato di sodio e sale, sostanze dotate di grande potere abrasivo. I vari ingredienti andranno mescolati fino ad ottenere una pasta di buona consistenza.
Successivamente, con l’aiuto di un panno umido, il composto andrà distribuito sulle pareti. Bisognerà poi lasciare agire per un’ora circa e risciacquare con cura.

 

[author] [author_image timthumb=’on’]https://www.trattorosa.it/wp-content/uploads/2015/10/10917280_10202533844181127_5255731415463394373_n-300×300.jpg[/author_image] [author_info]Cinzia, 28 anni. Scrittrice. [/author_info] [/author]

Cinzia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *