È arrivato il Natale e siamo alle prese con la ricerca di regali per i nostri figli o per i nostri nipotini.

C’è chi, come nella mia famiglia, è talmente tanto preso dall’acquisto di questi regali che alcuni li delega a Babbo Natale e altri li compra per regalarli come genitore… un tempo a casa mia arrivava pure quello di Gesù bambino, insomma ogni pretesto era buono per infilare un dono sotto l’albero per i bambini della famiglia.

Se i bambini hanno imparato a scrivere ci troviamo di fronte a letterine con liste infinite di regali da spedire al polo nord direttamente a Babbo Natale. Se non hanno ancora imparato a farlo, allora i genitori tornano bambini e si scatenano nel negozio dei giocattoli come fosse il paese dei balocchi. Cominciano a comprare tutto quello che un tempo ci sarebbe piaciuto ricevere, senza dubbio più giocattoli di quanti un qualsiasi bambino è solito usare.

Dobbiamo ricordarci che a un bambino basta molto poco per giocare. Anche una semplice scatola di carta si può trasformare in un meraviglioso gioco con cui un bambino piccolo può passare le ore. Un cartone si trasforma in una casetta, in un scatola in cui nascondersi e tanto altro ancora. Mentre comprare troppi giocattoli può limitare la fantasia del bambino e al tempo stesso non ha il tempo di concentrarsi veramente su nessuno perché è troppo sovrastimolato.

Meglio regalarne pochi per volta. Il bambino infatti ha la capacità di pensare a nuovi usi per i suoi giochi, trasformarli in altro, in questo modo non si stancherà presto del gioco. Ovviamente devo essere calibrati in base all’età, per cui giocattoli della prima infanzia non andranno più bene per il bambino alla materna, così come possono essere scoraggianti quelli troppo precoci.

Se dobbiamo scegliere cosa comprare non pensiamo solo ad acquistare i cosiddetti giochi intelligenti, perché tanto il bambino si sviluppa e apprende attraverso la finzione, il “far finta di”.

Quando chiedono nuovi giochi è bene farglieli desiderare un po’ piuttosto che comprarli immediatamente, in modo che possa apprezzarli maggiormente. Ricordiamoci poi che troppi giocattoli comprati limitano le enormi potenzialità della fantasia che viene stimolata dai giochi inventati e costruiti con ciò che abbiamo a casa.

Il regalo più grande che possiamo fare ai nostri figli o ai nostri nipoti è quello di offrire loro il nostro tempo, metterli al primo posto, prima degli impegni, del lavoro, giocare con loro a fare finta di.

 Fabiana

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *