Buon pomeriggio cari lettori, pronti per una nuova recensione?

Oggi voglio parlarvi di “12 giorni a Natale” di Trisha Ashley. Inziamo subito con la sinossi!

Trama:

12-giorni-a-natale_7177_x1000Il Natale è sempre un momento triste per Holly Brown, che da poco ha perso l’amore della sua vita, così, quando le chiedono di andare a lavorare in una casa isolata nella brughiera del Lancashire, accetta di buon  grado per sopravvivere a quei giorni in cui tutti sono felici. Jude Martland è uno scultore, e non intende festeggiare il Natale dopo che suo fratello è scappato proprio con la sua fidanzata.

È deciso a evitare la casa di famiglia, anche se gli sarà impossibile non tornare per l’occasione in cui si riuniscono al completo. Quando Jude si presenta all’improvviso, la vigilia di Natale, è tutt’altro che felice di scoprire che Holly si sta occupando di organizzare il party a cui sperava di sottrarsi. Ma quando, senza preavviso, una tempesta di neve ricopre tutto il villaggio, Holly e Jude si rendono conto che forse i loro desideri stanno per essere esauditi.E che le odiate feste potrebbero trasformarsi in qualcosa di molto interessante…

Recensione:

Non avevo mai letto un libro scritto da Trisha Ashley, quindi non sapevo bene cosa aspettarmi o che modo avesse di scrivere e esprimersi, ero totalmente alla scoperta di questa nuova autrice e di questo nuovo libro a tema natalizio!

Iniziamo dalla copertina, l’ho trovata decisamente carina, semplice ma ad effetto, rispecchia molto il tema del romanzo e ha quell’effetto tipicamente invernale e natalizio che ti aspetti soprattutto con il titolo “12 giorni a Natale” scritto in grande e in rosso, un nome che sicuramente risalta nel bianco dello sfondo.

Passiamo adesso al romanzo e alle capacità della scrittrice. La lettura è piacevole e la storia è leggera ma molto carina e, non vorrei essere ripetitiva, ma molto natalizia. Non ho riscontrato errori di stampa o di traduzione, per fortuna, e tutto sommato la lettura non è pesante sebbene alcune scene sono forse troppo dettagliate da risultare pesanti. Una situazione un po’ contraddittoria con il finale finito in modo troppo frettoloso, come se non avesse avuto voglia e fretta di finire il prima possibile.

Tuttavia ho trovato i personaggi interessanti, ho apprezzato la scelta di non descriverli come i soliti protagonisti bellissimi da far impazzire, ma più come delle persone vere e proprie descritti in modo meticoloso, quasi sembrava di averli conosciuti davvero.  Personaggi che hanno conosciuto le sofferenze, ma che per questo non rinunciano a vivere la vita ugualmente al massimo.

In conclusione ho trovato questo romanzo carino e lo consiglio a chiunque cerchi una lettura piacevole e leggera, magari da leggere proprio davanti al camino nel periodo di Natale!

Linda.

13177756_278503869151040_5869875257673998328_n

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *