” Presi la decisione che nessuno – nessuno – mi avrebbe mai fatto male
quanto me ne avevano fatto loro. E qualsiasi cosa fosse rimasta del mio
cuore, lo circondai di così tante spine e lame che se qualcuno si fosse
mai avvicinato gli avrei volentieri fatto male. “

Beautiful Girl. 

Buongiorno lettrici appassionate di libri! Oggi è la volta di Beautiful Girl, il primo volume di una duologia, scritto da Mia Asher. Ecco a voi la recensione!

Trama:

Sono una cattiva ragazza, l’altra donna, quella che ti piace odiare

Blaire White è stata una bambina trascurata, che ha passato tante notti a piangere a causa della perenne assenza dei genitori e di una cronica mancanza di affetto. Il suo dolore alla fine si è trasformato in amarezza e il suo desiderio di essere amata è diventato un bisogno di sentirsi adorata dagli uomini che seduce, che usa e poi rifiuta.

Fino a quando si ritrova faccia a faccia con due uomini che, per la prima volta, sono capaci di penetrare quella corazza inespugnabile che è diventata la sua anima. Ronan è sentimento allo stato puro, l’incontro con l’innocenza dello sguardo, il risveglio di sensazioni che pensava di aver dimenticato. Lawrence invece è un uomo d’affari di successo, sa esattamente quello che vuole.

Ma cosa desidera davvero Blaire? E soprattutto è ancora in tempo per capire che cos’è l’amore?

Recensione:

Non ho mai letto un romanzo di Mia Asher e di conseguenza non avevo idea di cosa aspettarmi. Mi sono immersa nella lettura e mi sono sentita da subito completamente rapita. Lentamente ho iniziato a scoprire il suo mondo e quello della nostra protagonista Blaire. Anche se dalle prime pagine sembra la solita storia che può apparire banale e scontata andando avanti ho riscopeto in questa lettura molti altri elmenti come angoscia, dramma e stupore… uno stupore che si è ovviamente intensificato quando arrivata all’ultima pagina ho scoperto che il libro non sarebbe finito qui, ma ci sarebbe stato un continuo!

Come ho già anticipato, la protagonista di questo romanzo è Blaire, una ragazza con seri problemi nel creare delle relazioni e spesso vittima di bullismo a scuola. A causa dei problemi familiari legati alla separazione dei genitori e alla vita condotta da essi, Blaire è convinta di non essere degna di essere amata da nessuno. Quando intravede, acnche lontanamente, la possibilità di un po’ di amore lei, automaticamente, fugge via finendo tra le braccia di uomini che desiderano solo il suo corpo.

I protagonisti maschili invece sono due, ma non troviamo il solito triangolo amoroso come succede spesso, infatti Blaire non tradisce nessuno dei due con l’altro e non ha una relazione con nesusno di loro. Chi sono loro

Ronan e Lawrence, due uomini diversi tra di loro, ma entrambi affascinanti:

  • Ronan non incarna il tipo di uomo che lei è abituata a frequentare, infatti non è ricco e segue una vita più tranquilla, ma nonostante sia diverso da ciò cui lei ambisce è anche quello che l’attrae maggiormente risvegliando in lei emozioni e sensazioni che ignora di poter provare. 
  • Lawrence invece possiede tutti i requisiti che cerca. E’ molto ricco e da lei non vuole nulla in cambio… almeno per iniziare. E’ un uomo che appare duro, tutto di un pezzo, ma…. potrebbe non essere così? Non voglio anticiparvi assolutamente nulla!

 

Il romanzo è scritto molto bene, molto lineare e semplice, ma intrigante. Probabilmente alcune parti sono leggermente troppo volgari sopratuttto nei primi capitoli quando si parla del passato e di una Blair ancora adolescente, ma per il resto ho apprezzato la storia, la quale si svolge secondo una tempistica credibile.

Linda.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *