Dark truth è il secondo romanzo della serie “The Justice Series” scritto a quattro mani dalle autrici Daria Torresan e Brunilda Begaj.

Titolo: Dark Truth

Autori: Daria Torresan, Brunilda Begaj

Genere: Mafia romance

Serie: The Justice Series

Editore: Self publishing

Ebook: 1,99 euro Copertina flessibile: 10,35 euro

Link d’acquisto : Amazon

Trama:

Alek O’Connell ha promesso: lei pagherà per mano sua. Perché niente è sacro quanto la sua famiglia e lei ha fatto l’errore di tradirla. Ha sempre servito la legge con integrità, determinazione ed equilibrio, in nome del distintivo che porta. Ora, odio e vendetta gli annebbiano la mente. Vuole umiliarla, ferirla, distruggerla. Eppure più la detesta, più la desidera.

Sheryl Foster sa di aver sbagliato, ma non aveva scelta. Sa che Alek non è più l’uomo di cui si è innamorata, sa che deve temerlo. Non può fidarsi di lui, ma il suo corpo continua a tradirla e il cuore a sperare ingenuamente. Ma lui non è il suo unico nemico. C’è un passato, celato nel buio, che come un segugio la fiuta, la bracca. Dalla sua parte c’è una verità che potrebbe riscattarla agli occhi dell’uomo che ama. La stessa verità che la incatena a quel passato che non si fermerà davanti a nulla pur di riaverla.

Recensione:

Gioco al tiro alla corda:

da un lato la vendetta

dall’altra un sentimento

che non voglio spiegarmi”

Lucy Dale

Questa poesia di Lucy Dale, una delle molte che troverete all’inizio di ogni capitolo e che rappresentano con poche parole ma con intensità quel che accade tra i due protagonisti Alek e Sheryl, mi ha colpita molto perché riassume un po’ tutto il romanzo, sono questi infatti i sentimenti che imperversano in Alek.

Alek, che è presente anche nel romanzo precedente, Dark Secrets, nella vita ha sofferto moltissimo a causa della Mafia. Per colpa di quei criminali senza scrupoli ha perso i genitori, è fuggito insieme ad Hope (protagonista dell’altro romanzo) e al nonno di lei Abe in America, è diventato un poliziotto per mettere fine a questi crimini ed ingiustizie ma ha rischiato di perdere anche Hope, l’unico membro della famiglia che gli è rimasto. E di chi è la colpa? Sheryl, l’unica donna che abbia mai amato. Questo per lui è stato il colpo di grazia, l’ennesimo tradimento che l’ha trasformato da bravo ragazzo ad un uomo dedito solo al lavoro e alla vendetta. Inoltre, sebbene Sheryl alla fine abbia salvato Hope, lui non è disposto a perdonarla e non ha intenzione di conoscere i motivi che l’hanno spinta a tradirli.

Sheryl dal canto suo si vergogna per quello che ha fatto, comprende il disprezzo di Alek ma li ha traditi solo per un motivo: la salvezza dell’amato fratellino Erik.

A questo punto però ho un appunto da fare. Posso comprendere il dolore di Alek per il tradimento della persona che amava e stimava, ma certi suoi comportamenti nei confronti della ragazza li ho trovati eccessivi, stupidi e volgari. Dire ad una donna per cui ancora provi dei sentimenti: “Non potrei mai trattenermi con una traditrice infame, il solo pensiero mi dà il voltastomaco. Non faccio pipì nell’orinatoio usato da cani e porci”, non ha scusanti. Umiliarla come se fosse una prostituta, nemmeno! E pensare che le due autrici utilizzano sempre un linguaggio abbastanza ricercato e fluido per poi perdersi in questi dialoghi veramente orribili. Peccato!

Dall’altro lato mi è piaciuto il modo in cui le autrici trattano l’argomento criminalità, le conseguenze orribili che hanno sulle vittime, riescono a trasmettere la paura, l’angoscia e il dolore dei personaggi.

Rispetto al primo romanzo “Dark Secrets”, ho notato una crescita da parte delle autrici, un’attenzione maggiore anche alla sintassi e ai refusi, ma le cattiverie gratuite di Alek nei confronti di Sheryl, che alla fine è solo una vittima, e poi la sua eccessiva possessività non mi hanno convinta.

Suggerisco questo romanzo ai lettori che amano la suspense e i colpi di scena di cui in effetti il romanzo è ricco. Ma anche ai romantici! Perché alla fine l’amore vince sempre sull’odio.

Sweet reads!

Erika Biagioni

 

  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

3 Comments on “Recensione: Dark Truth di Daria Torresan e Brunilda Begaj”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *