Buongiorno cari lettori! Oggi è il mio turno. Benvenuti nel mio piccolo spazio in cui, in tutta onestà, recensirò i libri da me letti. Vi sono mancata? Lo so che state dicendo sì! Oggi voglio parlarvi di uno youfeel dal mood romantico. Si tratta di ‘Dolci passioni’ di Daniela Perelli, edito da Rizzoli nella sua collana rosa, forse una delle più famose in tutta Italia.

unnamedDunque, come mio solito vorrei iniziare dalla copertina. Rizzoli con la collana youfeel fa sempre un ottimo lavoro, non c’è che dire. La copertina si incentra su ciò che, alla fine, è la trama principale del libro. Adoro queste cose, perché le copertine belle, ma insensate per me sono un grossissimo no. Ad ogni modo, la copertina a mio parere è praticamente perfetta, quindi non ho nulla da dire riguardo  ciò. La presentazione artistica è sempre un piacere per i miei occhi quando leggo uno youfeel. Vorrei addentrarmi, oltre alla copertina, anche all’impaginazione: premetto che ho letto il libro sul mio telefono, con un’applicazione apposta, youfeel l’ha mandato alla redazione e io l’ho caricato sul telefono. Non c’è un margine di errore. Anche l’impaginazione rimane perfetta. Un buonissimo lavoro, non c’è che dire.

La storia è molto semplice, nulla di troppo complicato e segue un bel filo regolare. Come ho sentito dire da altri recensori, però, non è la trama ad essere importante, ma il modo in cui essa viene esposta e Daniela Perelli mi ha convinta al cento per cento. È una buona scrittrice, meritevole di questo titolo a mio parere personale. Il filo narrativo è fluido, forse leggermente scontato e con qualche cliché, ma decisamente leggibile e godibile. Ricordiamo, poi, che si tratta di un racconto youfeel e, proprio in onore della categoria, vorrei dire che è scritto bene. Molti dimenticano che non è importante solo il modo in cui è scritto un libro, o il tema, ma anche a chi è indirizzato e cosa dovrebbe suscitare: Daniela Perilli è riuscita anche in ciò.

I personaggi per me sono ben descritti benché la collana youfeel sia semplicemente più breve. Il racconto delinea bene e positivamente i vari personaggi della storia e questo per me è molto importante: non la lunghezza della storia, ma il modo in cui tutto è scritto e tutto combacia. Un’altra cosa che Daniela Perilli è riuscita a fare brillantemente. Ho amato ogni signolo personaggio, dal primo all’ultimo. Credo sia la prima volta che io non abbia odiato nessuno e questo va a vantaggio della scrittrice: di solito io detesto almeno un personaggio all’interno di un libro, ma lei è stata bravissima a far sì che questo non accadesse.

Insomma, posso dire solo una cosa di questo racconto: mi ha colpita positivamente e questo per me è l’importante. Lo consiglio, è una lettura semplice e piacevole, distrae dalla monotonia e, soprattutto, è scritto bene, in maniera fluida e coinvolgente.

Anche oggi io ho finito!

Alla prossima,

Yls.

13177756_278503869151040_5869875257673998328_n

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *