Buongiorno care lettrici;

oggi vi parlerò del libro “Iniziò tutto con un bacio” di Miranda Dickinson.

Trama:

Pochi giorni prima di Natale, dopo essersi lanciata in una disastrosa dichiarazione d’amore al suo migliore amico, incontra un affascinante sconosciuto tra le bancarelle del mercatino di Birmingham.

Tutto accade in un attimo: i loro occhi si incrociano e, senza una ragione apparente, i due si scambiano un bacio appassionato. Un minuto dopo, l’uomo scompare e Romily, sopraffatta dall’emozione, non ha neppure il tempo di chiedere il suo nome. I mesi passano, ma per lei è impossibile dimenticare quel bacio.

Così, con l’aiuto e il sostegno degli amici, decide di dedicare il suo ventinovesimo anno alla ricerca di chi, con un solo bacio, l’ha stregata. Per poter condividere i suoi pensieri e i suoi sentimenti crea un blog che, con il passare del tempo, ha sempre più successo, così come la sua carriera di cantante.

Ma, nonostante le affannose ricerche, l’uomo del bacio sembra essersi dissolto nel nulla. Romily, ormai scoraggiata, ha quasi deciso di abbandonare il sogno di ritrovarlo, ma proprio in occasione di un importante matrimonio, tra la folla intravede l’affascinante sconosciuto, con un abito davvero elegante…

Possibile che sia arrivata troppo tardi? I grandi amori non dovrebbero resistere a tutti gli scherzi del destino? O forse la risposta è un’altra e il vero amore è sempre molto più vicino di quanto si creda.

Recensione:

La copertina è molto carina, semplice ma adatta. L’idea di mettere in primo piano il volto della ragazza con le labbra che si protendono per un bacio non è affatto male. Anche in questo caso il titolo è grande e leggibile, sicuramente salta subito all’occhio.

L’idea è molto carina, la storia è scritta in modo impeccabile e non mi sembra di aver trovato particolari errori durante la lettura, un punto a favore sicuramente per la scrittrice e, in questo caso, per chiunque si sia occupato della traduzione. Miranda Dickinson ha un bel modo di scrivere e raccontare gli avvenimenti, spesso però si perde in dettagli troppo ripetitivi e che alla lunga risultano pesanti, come se fosse già successo in qualche capitolo precedente, e ti fa venire voglia di saltare le pagine per evitare di rileggere gli stessi gesti.

Tutto sommato mi sento di consigliare la storia perchè è carina, lenta ma carina, nonostante il finale possa apparire un po’ scontato.

Linda.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *