Non giudicate MAI un libro dalla copertina! 

j8EF68AHo approfittato della promozione natalizia della Newton e ho acquistato questo libro, attirata dalla trama e non dalla copertina, dove troviamo una ragazza bionda che cammina lungo un viale alberato.
Beh, questa strada non ha assolutamente niente a che fare con la storia, mentre la ragazza sì. È lei “la prima cosa bella”.

Devo ammettere che un romanzo così non l’avevo mai letto, e sono molto felice di averlo fatto.
Sono un po’ di parte, ve lo dico sinceramente. Ho un’anima molto nerd, e mi sono ritrovata svariate volte nei panni del protagonista.
Dante Berlinghieri, un ragazzo di 21 anni con una profonda passione per il cinema, fumetti e tante, tante opere famose (Signore degli Anelli, Star Wars, Star Trek…), è convinto che esista solo l’amore non corrisposto.
Quando, però, nel mondo di Dante arrivano le ragazze, la sua vita cambierà dal giorno alla notte.
Complice una serata nel solito locale dove suona la band dei suoi amici, Dante farà la conoscenza di tre ragazze:
Fiamma, della quale si innamora all’istante.
Isa, per la quale prova un sentimento simile al disgusto (all’inizio).
Beatrice, che ignora fin da subito, e non la considera nemmeno una donna per buona parte del libro.

Durante la lettura del libro, scopriamo che anche Beatrice è una ragazza dai mille interessi. Ha scritto infatti una sceneggiatura per un film che si intitola “Sei ragazzi per un ciak”, e chiede a Dante di girarlo.
Gli attori sono loro, il gruppo di amici che si è allargato con l’arrivo delle ragazze.
Dante, sbadato e buffo, riempie la sua vita di varie peripezie e disavventure, soprattutto con le donne. Scopre in seguito che Fiamma non è la persona che lui pensava, che Isa non è la ragazza ideale, e che Beatrice, invece, sembra fatta apposta per lui.
Una corsa in aeroporto, il cuore che batte, e… forse
Dante riuscirà a scoprire che non è vero che l’amore non corrisposto non esiste.

5 stelle
5 stelle per Bianca Marconero, che mi ha fatto venire voglia di rivedere tutta la saga del Signore degli Anelli, e tutta quella di Star Wars. Complimenti per il modo in cui è scritto il libro, perché dire che ti ci fa sentire dentro fino in fondo è riduttivo.
E poi grazie per avere insegnato a tutti i lettori, che
noi nerd non siamo sfigati come sembriamo agli occhi di chi ci guarda: abbiamo un cuore pieno d’amore, e possediamo la capacità di avere sempre argomenti nuovi di conversazione. Che non è poco, al giorno d’oggi.
E, soprattutto…
non portateci in posti fighetti, perché non siamo nel nostro ambiente. Portateci in una fumetteria polverosa, piuttosto.
Tra un numero di Spiderman e un’edizione speciale di Freccia Verde, sappiamo sedurvi in un modo che neanche vi immaginate.

 Giulia Benedetti

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *