Buon pomeriggio trattine! Oggi vi parlo di un romanzo che cattura il cuore e la mente, perchè come ci racconta le storie la SEP non sa raccontarcele nessuno.

Titolo: Le fragilità del cuore

Autore: Susan Elizabeth Phillips

Genere: Contemporary Romance

Serie: Stand-alone

Editore: Leggereditore

Link d’acquisto: Amazon

TRAMA

Annie Hewitt è un’attrice con poca fortuna, arrivata a Peregrine Island nel bel mezzo di una violenta tempesta di neve. Avvilita e al verde dopo aver speso tutti i risparmi per esaudire gli ultimi desideri della madre malata, non le rimane altro che una fastidiosa polmonite, due valigie rosse piene di burattini e un vecchio cottage, dove si nasconde una misteriosa eredità che potrebbe risollevare le sue finanze. Ma le giornate a Peregrine saranno tutt’altro che semplici per lei: destreggiandosi tra una vedova solitaria, una bambina muta e degli isolani ficcanaso, Annie scoprirà di essere impreparata ad affrontare la vita su quell’isola così fredda, selvaggia e inospitale. A complicare il tutto, l’inaspettato incontro con Theo Harp, l’uomo che le aveva spezzato il cuore quando entrambi erano solo adolescenti, diventato oggi uno scrittore solitario di romanzi horror. Ma quell’uomo sarà ancora temibile come lei ricorda o sarà una persona nuova? Intrappolati insieme in un’isola innevata al largo della costa del Maine, Annie non potrà più scappare dal passato e dovrà decidere se dare ascolto alla sua testa oppure al suo cuore…
Ironia, passione e mistero per una storia emozionante e ricca di sorprese.

RECENSIONE

Annie non parlava con la sua valigia di solito, ma non era propriamente in sè di recente. La luce degli abbaglianti penetrava a malapena il caos tetro e vorticoso della bufera di neve e i tergicristalli della sua obsoleta Kia non potevano nulla contro la furia della tormenta che aveva colpito l’isola.

…Era sola al mondo e l’unica cosa che la teneva ancorata alla realtà erano le voci immaginarie dei suoi pupazzi da ventriloqua.

Ecco Annie, una donna curiosa, dai tratti somatici non certamente da copertina di Vanity Fair, ma altrettanto bella, con la sua chioma indomabile e folta, il suo trucco acqua e sapone, con l’ironia della situazione a portata di mano, un sorriso timido ma sincero ed aperto, e una grande capacità di capire il prossimo e di credere, nonostante tutto, ancora alle favole. Una ragazza che in fondo è cresciuta insicura e convinta di valere poco, dal momento che sua madre – una stravagante amante dell’arte e della ricchezza – l’ha sempre sminuita, come pure tutti gli uomini della sua vita.

Tranne uno: Theo Harp. L’uomo che le ha spezzato il cuore e che ora ritrova, suo malgrado, sull’isola di Peregrine Island. E cosa ancora peggiore per Annie, per motivi che non sto qui ad enumerarvi, sarà costretta a frequentarlo quotidianamente. Conoscerlo meglio aprirà vecchie ferite ma le permetterà di osservare Theo da un’altra prospettiva, e se è vero che ” che da punto guardi il mondo tutto dipende” allora forse il nuovo punto di osservazione sarà migliore dei ricordi che per anni hanno appannato la vista di Annie, o no?

Di sicuro, un volteggio di Theo Harp su se stesso equivale ad ammirare un David scolpito nel marmo. I flashback del ragazzino esile che le faceva i dispetti e con cui pomiciava sulla spiaggia hanno ceduto il posto alla bella vista di un uomo alfa dal fisico mozzafiato che invita a svestirlo, dai profondi occhi blu che catturano pure l’anima di Annie, dai modi così seducenti che resistergli diventa praticamente impossibile, specie se in quei modi è compresa l’arte culinaria.

Come in tutte le storie della SEP le cose non sono mai semplici e scontate come appaiono, anzi… La maestria nel complicarle e nell’arricchirle di eventi e personaggi, fanno si che Susan Elizabeth Phillips faccia davvero la differenza nel variegato panorama del rosa contemporaneo.

Questa volta ci regala una trama intessuta sui vari drammi familiari dei protagonisti e dei personaggi minori, con dei risvolti emozionanti. Un intreccio narrativo da grande schermo, una di quelle storie che a Natale scalda i cuori.

Preparate una cioccolata calda, prendete un plaid e immergetevi nella lettura.

xoxo Marylla

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *