“L’isola degli amori segreti” è un romanzo scritto da un collettivo di autori sotto lo pseudonimo di Livia Ottomani.

Titolo: L’isola degli amori segreti
Autrice: Livia Ottomani
Genere letterario: Romanzo rosa
Costo formato Kindle: €0,99
Costo copertina flessibile: €7,89
Link per l’acquisto: Amazon

Trama

Elafonissos, l’isola più bella e selvaggia della Grecia: è la meta di Diego, che lascia per un po’ il suo bel condominio alla Garbatella, per andare a lavorare come fotografo di scena sul set di un film che si girerà proprio in quella perla del Mediterraneo. Diego è entusiasta, è l’occasione che aspettava. Quello che non si sarebbe invece mai atteso è un incontro capace di sconvolgergli la vita. Lei si chiama Zoe e la sua bellezza riluce come quella di una dea. Occhi neri, profondi, una massa di capelli scuri che ricadono su spalle flessuose. Diego ne è incantato. Ma le riprese di un film non durano in eterno, e dopo l’ultimo ciak lo attende un volo per Roma. Che ne sarà di lui e Zoe?

Recensione

“L’isola degli amori segreti” si legge in mezza giornata. Perfetto per la spiaggia. E potrei anche chiudere qui la mia recensione.

“Fotografare l’alba è un ottimo inizio.
Si prepara in mezz’ora, scende nella sala ristorante
della locanda e ha la vaga sensazione che qualcosa
sia fuori posto”.

Il problema fondamentale di questo libro è che non si tratta di un romanzo, semmai di un racconto. Amazon segna 52 pagine, sulla copertina la Newton scrive invece “romanzo”. Insomma, una bella contraddizione. E devo dire che se non fosse per questa, la mia review sarebbe più indulgente. E invece… Benché non si riscontrino problemi di scrittura, come strafalcioni grammaticali e refusi, o di traduzione, che spesso sa essere pessima, ne “L’isola degli amori segreti” individuiamo tutti gli elementi del racconto. È breve, la trama non è particolarmente intricata, i personaggi sono poco approfonditi, lo stesso le descrizioni delle fattezze fisiche e la gestualità, e non c’è un colpo di scena degno di questo nome.

È una letturina leggera, di quelle che fai fuori in pochissimo per poi passare rapidamente oltre. Può anche essere piacevole, se non ci si aspetta di leggere un romanzo.


Alessia Garbo.

 

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *