Nei panni di una principessa: ci risiamo! è il sequel del film del 2018 interpretato da Vanessa Hudgens.

Disponibile dal 19 Novembre, su Netflix, “Nei panni di una principessa: ci risiamo!” porta in scena una nuova avventura che vede come protagoniste la principessa Stacy De Novo e Lady Margaret Delacourt. Alla coppia si aggiunge una terza figura: Fiona Pembroke, cugina della prossima regina e… sorpresa! Interpretata a sua volta Vanessa Hudgens! Quali saranno le nuove difficoltà da affrontare?!  Se non avete visto il precedente film vi consiglio di iniziare da quello! Potete trovare qui la mia recensione.

Titolo: Nei panni di una principessa: ci risiamo!
Genere:  commedia / sentimentale
Data di uscita:  19 Novembre 2020
Durata:  1h 38m

Trama:

In Nei panni di una principessa: ci risiamo! l’ormai affermata pasticcera e la Principessa quasi regina si incontrano nuovamente. La Principessa Margaret ha delle questioni amorose in sospeso, e l’amica Stacy vuole aiutarla a risolverle. Decidono così di scambiarsi una con l’altra come successe nel primo film. Questa volta però i guai arrivano quando in vista dell’incoronazione della Principessa che diventa regina compare Lady Fiona, la cugina di Margaret, che creerà disordine al palazzo per cercare di sottrarle il trono. Trionferà l’amore o vincerà l’invidia?

Recensione:

Lo scopo di “Nei panni di una principessa: ci risiamo!” non è chiaro. Per quasi tutta la durata del film sembra di vedere qualcosa di già rivisto e il film appare piatto quanto monotono. Lo scena dello scambio, che abbiamo già visto nel primo film, sembra essere superfluo e l’aggiunta della terza sosia, Lady Fiona, non arricchisce di certo in modo positivo la pellicola.

Allo spettatore non è ben chiara quale sia la trama principale in quanto ci si trova al centro di un insieme di tre trame che articolandosi tra di loro creano solo una totale confusione,. Si perde di vista l’obiettivo principale, ammesso che ci sia, avendo tra le mani una trama disordinata con elementi superflui. Da una parte troviamo la storia di Lady Margaret che spera di ritrovare l’amore o di ricostruire quello che ha perso. Poi c’è Stacey che si prodiga a sostituire per la seconda volta Margareth e alla fine Lady Fiona che attenta alla corona. Ed è questo momento che arriva lo Switch con un terzo personaggio che no, non rende il film divertente, ma solo ripetitivo. Già visto. 

Una nota positiva l’ho trovata in Vanessa Hudgens: l’unico switch degno di nota è proprio la sua capacità nel destreggiarsi tra tre personaggi differenti tra di loro. Bellissima nei panni di una principessa e futura regina quanto nella sprovveduta cugina sommersa dai debiti e dal carattere strafottente. Di sicuro il suo carisma ha oscurato il resto del casting incamerando tutta l’attenzione su di lei

Il finale, a mio avviso, è stato molto frettoloso, come se si avesse fretta di arrivare ad una conclusione con un forzato lieto fine. Tuttavia l’intero film è apparso decisamente surreale, sia per avvenimenti che per tempistica. Lo consiglio ugualmente a chiunque abbia bisogno di staccare la spina da una giornata particolarmente stressante e ha voglia di spegnere un po’ il cervello e non pensare a niente di troppo elaborato. 

Linda.

  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares
  • 7
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *