Buongiorno cari lettori! Eccoci qui con la mia nuova recensione! Vi sono mancata? Sono tornata non temete! Oggi per voi recensirò ‘non lasciarmi cadere’ di Emiliana Erriquez. Parto dicendovi che non ho mai letto nulla di suo, questo è il primo lavoro a cui ho messo mano e sapere che è uscito il giorno del mio compleanno mi ha resa felice (e mi ha caricata di aspettative!). È un libro auto-pubblicato e devo essere sincera, l’ho particolarmente apprezzato. Come sempre, comunque, ci addentreremo nella recensione. Vi avviso che non ci sono spoiler, in modo tale che possiate leggere tutto e poi leggere il romanzo se ancora non lo avete fatto.

La copertina è meravigliosa. È semplice e descrive in tutto e per tutto il contenuto del libro, vi assicuro che sono rimasta estasiata e vorrei fare i complimenti al grafico. Anche l’impaginazione è perfetta e non ho motivo di mandare alcuna mail alla scrittrice. Ho trovato solo un ‘quante’ al posto di ‘quanto’ all’inizio del romanzo, ma per il resto non ho trovato alcun errore. Sì, ho deciso di iniziare dallo stile dell’autrice perché potrei mettermi a piangere se dovessi iniziare dai personaggi (per quanto li ho apprezzati, sia chiaro!). Non trovo che ci sia molto da dire sulla grammatica utilizzata: il testo è molto fluido, non ho visto errori di alcun genere se non quella lettera a cui ho accennato poco fa e tutto ciò mi ha reso la lettura piuttosto piacevole e molto fluida. Dal punto di vista dell’impaginazione non ho trovato alcune sbavature di alcun genere, è tutto impaginato alla perfezione – parlo sempre di un’impaginazione digitale -, ma credo sia importante che sia perfetta.

Come vi ho accennato, vorrei parlarvi della storia e dei personaggi per ultimi e quindi, eccomi qui. L’ambientazione mi è piaciuta molto, così come le trame centrali e il percorso che i personaggi compiono durante tutta la storia. Ho amato tantissimo il rapporto nonno – nipote, dico sul serio. A volte ero quasi sul punto di piangere per quanto mi hanno commossa. Credo di aver apprezzato soprattutto questo di tutto il romanzo. Non solo la storia d’amore, non solo la storia degli uliveti (anche se l’ho trovata perfetta!), ma questo rapporto per me è stato tutto e, in alcuni momenti mi è sembrato di essere ancora con mio nonno.  Ho trovato che ogni personaggio abbia compiuto un proprio percorso di maturazione e tutto quello che posso, infine, dire è: WOW. È qualche settimana che un libro non mi emoziona così tanto e credo che meriti davvero di essere letto. Ve lo consiglio vivamente. Acquistatelo, mettetelo nella vostra wishlist, ma leggetelo perché merita ogni singola pagina. Io ho finito anche per oggi.

Alla prossima,
Yls.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *