“So già che quella contro di lui sarà una battaglia persa,
non l’avrò mai vinta, neanche impegnandomi, perchè
quando gli sono accanto, tutto quello che ho attorno
scompare. In questo posto pieno di corpi in movimento,
vedo solo lui. “

Numb Anna. 

Buongiorno carissime lettrici, oggi voglio parlarvi di “Numb Anna”, un romanzo molto carino e leggero che viene direttamente dal mondo di wattpad. Non lasciatevi ingannare dalla piattaforma da cui è tratto, NUMB ha molto da offrirci.

Trama: 

L’aeroporto è intasato di auto parcheggiate al sole e bagagli a mano trascinati in tutta fretta. Nel cielo, il rumore assordante di un aereo in partenza. L’ultima volta che Anna ha raggiunto sua nonna Evelin in Inghilterra aveva soltanto sette anni. Ora, a diciott’anni, e al suo primo viaggio da sola, si sente irrequieta. Chiunque si sentirebbe così. Perché questa volta non si tratta di una vacanza estiva come le altre. Anna è stata ammessa al Magdalene College di Cambridge e la sua vita sta per cambiare: una nuova casa, nuovi amici, un nuovo mondo tutto da scoprire. Ha organizzato questo viaggio nel minimo dettaglio.

Eppure quel che ancora non compare nei suoi appunti, scritti con precisione sull’agenda, tra gli orari dei corsi da seguire, è il nome di Nicolas, né l’enorme mistero dei suoi occhi. Non c’è nemmeno il fiume Cam, lento e dolce, che dalle sue sponde la guarda e le ricorda che siamo sempre dove dobbiamo essere. Anna si sente totalmente impreparata a tutto questo. Un universo di emozioni sconosciute l’attende. Così come l’incontro con un nuovo sentimento. L’amore.

Recensione: 

Quando inizio un nuovo libro non so mai cosa aspettarmi e spesso mi capita di farmi un’idea già dalle prime pagine. Mi viene facile capire da subito se il libro può piacermi oppure no. Ho sempre aprezzato quei libri che riescono a coinvolgerti già dall’inizio. Con “Numb Anna” non è andata esattamente così. Le prime pagine non mi hanno affascinato troppo, ma sono contenta di essere andata fino alla fine poichè il libro acquista diversi punti nel vivo della storia. NUMB mostra un miglioramento che comprende sia la trama sia la stesura del testo.

Numb Anna racconta di Anna, una studentessa che viene ammessa al Maddalene di Cambridge ed è costretta a lasciare la sua famiglia e i suoi amici in Italia per potersi trasferire a Londra, dove sarà accolta dalla nonna Eve. Non si aspetta che la sua vita verrà completamente stravolta in quel di Londra, non si aspetta soprattutto di incontrare dei vicini di casa che la stravolgeranno al punto di farla sembrare la protagonista di un’altra vita, una che non le appartiene ma che le piace. Si ritroverà costretta a fare i conti con sensazioni ed emozioni che non ha mai provato prima, e anche se inizialmente sarà inesperta e avrà paura di esse, lentamente capirà come manovrarle, come farle proprie. Cosa più importante capirà come viverle.

Una di queste figure che cambieranno tutto è proprio Nicolas, il ragazzo della porta accanto con un carattere sfuggente,diffidente e chiuso.U ragazzo non troppo semplice e difficile da capire. Nic però appare affascinante e taciturno e sebbene Anna venga messa in guardia da tutti riguardo alla sua personalità, lei non riesce a resistergli. Si dice che lo senti, quando l’amore arriva lo fa con prepotenza, non puoi fare nulla per rifutuare, non puoi fare nulla per scappare. Ti colpisce come un treno in corsa e tu devi semplicemente lasciarti travolgere e farti stringere da quelle braccia. Cullare da quelle incredibili sensazioni.  Ed è proprio quello che Anna cerca di fare.

“Affascinante, misterioro e amante dell’arte. 
Sembra essere piombiato nella mia vita per completarmi. 
La mia parte imperfetta.” 

Nic però non ha una vita semplice, oltre al carattere, e qualche scheletro che dovrebbe restare nel suo armadio è invece troppo presente, ed ha perfino un nome: Carol. Una presenza decisamente troppo ingombrante, una presenza a mio dire superflua, ma che alimenta la loro storia, ed è quasi il fulcro di questo primo volume. 

I personaggi sono diversi e tutti affascinanti. Quando ci sono più personalità in gioco è difficile gestirle tutte e renderle uniche nella loro individualità, ma per fortuna in questo Diego Ferra non ha mostrato nessuna pecca. Il romanzo, seppure articolato con pensieri semplici e lineari, riesce a coinvolgere quando si arriva al pieno della storia. Regala delle emozioni che passano direttamente attraverso di Anna e restano nei nostri cuori. Si passa dalla spensieratezza alla delusione e alla paura di aver perso tutto, passando ovviamente per le incredibili emozioni che solo l’amore può regalare. Devo ammettere che non mi aspettavo un coinvolgimento tale da NUMB, ma quando succede devo fare un passo indietro e ricredermi, e sono contenta di farlo perchè il romanzo lo merita.

Il finale è in sospeso. E’ tutto da scoprire e ci sarà possibile farlo con il secondo libro “Numb Nicolas” disponibile dal 10 Ottobre. 

“Mi avvio verso l’ingresso e penso a Nicolas. 
Lo maledico.  Maledico quegli occhi incredibilmente belli, maledico quella 
voce tanto profonda da farmi tremare, maledico quella bocca 
che incollerei alla mia senza prendere fiato neppure per un secondo.”

Linda. 

 

 

 

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *