Proibito di Jodi Ellen Malpas è un libro ricco di tentazioni. E voi riuscirete a resistere alla tentazione di leggerlo? 

Titolo:  Proibito
 Autrice:  Jodi Ellen Malpas
 Casa editrice:  Newton Compton
Genere:
 Romanzi rosa.
Store d’acquisto: Amazon

Trama:

Annie non aveva mai provato prima una sensazione simile. Credeva che le farfalle nello stomaco e le ginocchia che tremano fossero luoghi comuni… Fino alla notte in cui si è trovata faccia a faccia con Jack. Un uomo affascinante e misterioso, con degli splendidi occhi grigi, che ha mandato in cortocircuito i suoi sensi. Perché tra loro non è semplicemente scoppiata una scintilla: è stata un’esplosione. Annie però è spaventata da un uomo in grado di avere su di lei un impatto così intenso e, dopo la notte più incredibile della sua vita, sguscia via dalla camera d’albergo che hanno condiviso, decisa a tornare alla quotidianità.

Quello che non sa è che il caso o il destino li porteranno di nuovo molto, molto vicini. Questa volta mantenere il controllo sarà indispensabile, per quanto difficile: Jack le ha nascosto un dettaglio sulla propria vita che lo rende proibito. E cosa c’è di più irresistibile di una tentazione pericolosa?

Recensione:

Proibito è il primo libro della Malpas che leggo, e devo dire che il mio parere in merito è stato spesso contrastante, ciò nonostante oggi vi voglio parlare di questo libro nel modo più obiettivo possibile, sperando di non ricadere nei detestabili spoiler. Sono sempre del parere che un libro bisogna leggerlo per capire se ci trasmette qualcosa o se può essere affine a noi, leggere è qualcosa di totalmente personale, ma nel modo più oggettivo possibile credo proprio che questo libro possa essere consigliato magari per una bella lettura leggera sotto l’ombrellone.

Proibito è un romanzo che abbracciata molte sensazioni, molti avvenimenti che si snocciolano lentamente portano i protagonisti a provare le stesse emozioni ripetute: rabbia, passione, poi ancora rabbia e un’altra volta passione. Due emozioni che porteranno i protagonisti ad una spirale ininterrotta di bugie, tradimenti e pentimenti.  I protagonisti sono Annie e Jack. Annie è una donna giovane dedita al suo lavoro da architetto. Non si è mai sentita troppo travolta passionalmente dagli uomini, per questo passa le sue giornate totalmente concentrata sulla sua passione, che è anche il suo lavoro. È una ragazza piuttosto tranquilla, ha tanti amici attorno, una famiglia affettuosa e nessun dramma. Potremmo dire che la testa sulle spalle. Jack, invece, è un costruttore edile, e quando incontrerà la nostra Annie in loro scatterà qualcosa di talmente improvviso e intenso da non riuscire a porre un freno. Nonostante la passione che scoppia tra di loro è solo qualche giorno dopo che Annie verrà a sapere della bugia e della prima verità che la investe come un fulmine a ciel sereno. Ed è questo che darà ufficialmente il via al dettaglio che lo renderà “proibito”.

 La rabbia mi assale, e oso guardarlo negli occhi.
Il volto attraente è come un pugno in pancia.
Ho la nausea. «Non dirò niente se è questo che
ti preoccupa».
«Te ne sei andata», sussurra, prendendomi un braccio e
tirandomi verso il lavandino.

[…]

«Mi sono svegliato e te n’eri andata», dice. «Perché?».
Questa audacia mi sbalordisce. Come se dovessi
giustificare le mie azioni!
«È più che irrilevante ora, non pensi?».

Ci sono delle volte in cui i personaggi non riescono a pendere totalmente il lettore e questo è uno di quei momenti. Non ho apprezzato totalmente il personaggio di Jack per delle scelte che l’autrice gli ha fatto fare, delle scelte un po’ incoerenti alle quali ha poi provato a dare una spiegazione cadendo un po’ in un cliché. Non posso svelarvi molto, ma per sapere di cosa sto parlando vi conviene prendere subito alla mano Proibito e magari farvi un’idea totalmente diversa su di lui. Ciò nonostante il libro tratta degli argomenti con assoluta delicatezza e competenza, ma c’è stato qualcosa in tutto il libro che non mi è piaciuto abbastanza da dargli un voto troppo alto.

L’autrice ha provato a dare una spiegazione plausibile su un gesto che a mio avviso non ha spiegazioni che tengano. Ciò nonostante il romanzo è scritto molto bene, I personaggi, anche quelli secondari, soprattutto uno, sono descritti in modo dettagliato e hanno un carattere che spicca e ben delineato. Il romanzo è coinvolgente e ricco di passione e molto di più, per questo le quattro stelle sono più che meritate.

Linda.

 

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  • 2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *