“Sei il mio passatempo preferito,
ma il tempo non passa mai quando ti penso.”

PS: I Like You. 

Pronte per una nuova recensione? Oggi voglio parlarvi di PS: I Like You, scritto da Kasie West. E’ un young adult che mi sento di consigliare non solo agli adolescenti, ma anche alle donne di qualsiasi età. Nemmeno io sono più un’adolescente / purtroppo!!! / eppure mi sono innamorata di questo libro.

Trama: 

Il sogno di Lily è comporre canzoni. Scrive versi ovunque le capiti. Anche durante le lezioni che proprio non riesce a digerire, per esempio quelle di chimica. Almeno fino al giorno in cui l’insegnante, esasperato dalla sua disattenzione, fa sparire dal suo banco qualsiasi oggetto possa distrarla: tutto tranne un foglio e una penna per prendere appunti.

Ma la passione è più forte di tutto. E così Lily inizia ad appuntare versi sul banco, sperando che nessuno se ne accorga. Qualcuno però la scopre. Qualcuno che legge e aggiunge parole alle sue, sul banco. A ogni lezione di chimica. Tre volte a settimana. Quella che nasce tra Lily e il suo misterioso interlocutore è una vera e propria corrispondenza, che la entusiasma, le dà energia e la spinge a trasformare quelle frasi in testi di canzoni.

Quanto può durare la magia?

Recensione:

Leggendo questo romanzo in me si è manifestata una strana voglia di tornare tra i banchi di scuola. Si, lo so, sembra assurdo, ma è successo. Eppure per la durata di un giorno grazie a Lily è come se fossi tonata una liceale anche io. Si, avete capito bene, UN GIORNO. Ho letto questo romanzo in un solo giorno, e va bene che essendo in vacanza ho parecchio tempo libero… ma come potevo staccare gli occhi da questa storia? Non potevo. Non riuscivo a staccare gli occhi dalle pagine e più ne leggevo più volevo leggerne. Non nascondo nemmeno la mia delusione nello scoprire che la storia era finita, sfogliando pagina mi sono ritrovata a volerne altre, ma la storia si è conclusa nel modo migliore che potesse esserci e per questo sono rimasta molto soddisfatta.

La protagonista, e voce narrante, è Lily Abbott un personaggio che ho davvero apprezzato in tutte le sue sfaccettature, anche quelle più insolite e imbarazzanti. E’ un personaggio ben studiato, anche se dal modo in cui viene raccontato sembra quasi che sia un personaggio naturale, reale. Mi sono rivista in molti suoi aspetti, un po’ più chiusa, amante della musica sconosciuta, con la battuta pronta e molto, molto imbranata con le persone che conosce meno o non conosce affatto. Eppure Lily mi ha dato delle emozioni, mi ha fatto sorridere e ridere con la sua famiglia strampalata, mi ha fatto arrabbiare quando le succedeva qualcosa e mi ha fatto restare con il fiato sospeso e con la curiosità di saperne di più, di sapere, come lei, chi fosse l’altra persona delle lettere. Ok, ovviamente avevo un mio preferito per il quale facevo il tifo, ma non posso ASSOLUTAMENTE dirvi chi è, dovrete scoprirlo da sole leggendo questo fantastico romance.

Il romanzo prende fin dall’inizio, probabilmente grazie al modo in cui viene scritto. E’ leggero, scorrevole e accattivante grazie agli scambi di battute tra Lily e la sua migliore amica Isabel. Da subito riusciamo a scoprire un lato del suo carattere, ma poi entra in gioco la sua essenza migliore: quella sognatrice. In questo punto del romanzo ho sentito un po’ di nostagia per i tempi del liceo, quando tutto appariva nuovo ed eri immersa in una bolla personale. Erano gli anni dei segreti, dei cuoricini a bordo foglio, dei primi amori e delle prime cotte segrete, e in questo romanzo troviamo un po’ di ognuna di queste sensazioni dosate nel modo migliore per rendere la lettura, la storia e il personaggio interessante. 

Le parti che ho preferito sono state quelle delle lettere, anche io come Lily ero ansiosa di tornare alla lezione di chimica per scoprire se l’amico per corrispondenza avesse risposto o meno, e anche io non vedevo l’ora di leggere le sue parole, la sua storia e la sua ironia. Anche quando ho scoperto chi era la curiosità di scoprire come sarebbe finita non mi ha abbandonata e mi ha accompagna fino all’ultima pagina. Ho apprezzato questo romanzo perchè non cade nel banale, le storie e le vicende che succedono sono nuove e sempre divertenti e lo stile rimane impeccabile dall’inizio alla fine. 

In conclusione, se potessi dare più di cinque stelle lo farei, ma dato che il cinque è il massimo del punteggio direi che queste stelle sono più che meritate.

Linda. 

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *