“Mi sentii di nuovo viva, forte e soprattutto felice.
Era come se quegli occhi fossero stati il fulcro del mi mondo.
Perdendomi in essi, ritrovai me stessa.
Quegli occhi ebbero il merito di riportarmi alla vita.”

Il ragno d’oro e la leggenda della città perduta &
Il ragno d’oro e la vendetta degli esiliati. 

Buogiorno carissime lettrici e buon lunedì. Anche questo mese sta ormai finendo e l’estate è sempre più ad un passo, insieme al sole, il caldo e il mare. Quante di voi hanno già programmato le loro vacanze? Come ogni Lunedì, è tempo di recensione ed oggi vi parlerò di ben due libri scritti da Sara Scaranna!

Trama:

Il ragno d’oro e la leggenda della città perduta: 

La tranquilla e noiosa vita di Francesca, studentessa diciannovenne, viene sconvolta quando incontra Alessandro, bellissimo ed aitante ventitreenne, i cui occhi, profondi ed intensi, le sono apparsi in un sogno premonitore capace di farla innamorare.

Alessandro, però, nasconde un pericolosissimo segreto: lui non appartiene al mondo degli umani, ma a Spina (città incantata e potentissima che tutti credono perduta per sempre), inoltre, è uno dei Cavalieri votati a proteggerla e possiede poteri e capacità incredibili.

Il legame che li unisce è apparentemente inspiegabile, poiché le loro vite non avrebbero mai dovuto incrociarsi, e scatena le ire degli spineti disposti a tutto pur di preservare il loro segreto; ma è talmente intenso e travolgente che Francesca e Alessandro non riescono ad opporvisi e decidono di vivere il loro amore, mettendo a rischio ciò che hanno di più prezioso: lei la sua stessa vita, e lui ciò per cui molti umani ucciderebbero per avere: il potere e l’immortalità.

Ma nulla è come sembra. Quel che può sembrare la fine, non è altro che un nuovo inizio; e quel che può sembrare un problema, non è altro che la soluzione. E’ il viaggio di Francesca, un po’ Bridget Jones e un po’ principessa, che da ragazza diventa donna e, affrontando le paure e le incertezze che questo comporta, impara a conoscere la vita, la morte, l’amore, l’amicizia, ma soprattutto se stessa.

Trama: 

Il ragno d’oro e la vendetta degli esiliati:

Fra le incantate atmosfere delle Valli di Comacchio e Sibilus, lontano e ostile pianeta intriso di magia, s’intrecciano le storie di due donne, distanti fra loro nel tempo, nello spazio e apparentemente senza nulla in comune.

In un gioco delle parti dove vittima e carnefice si confondono, Selenia e Francesca dovranno battersi contro tutto e tutti, anche contro loro stesse, per salvare il proprio amore. In questo romanzo fantasy, che segue “Il Ragno d’oro e la leggenda della città perduta”, edito da BookSprint Edizioni, la diciannovenne Francesca sarà costretta ad affrontare la perdita della memoria che la porterà a rasentare la follia e a patire il dolore della solitudine in un mondo che non riconosce più.

Si rifugerà allora nei sogni, unico luogo in cui troverà pace e speranza. Ma in fondo all’abisso imparerà a conoscere se stessa e a trovare la forza per emergere e trovare la verità. Scoprirà, così, che a volte la realtà è ancora più sorprendente e magica di quanto possano esserlo i sogni. Le vicissitudine di Francesca e Alessandro, raccontate nel precedente romanzo fantasy “Il Ragno d’Oro e la Leggenda della città perduta” subiranno qui un nuovo inizio, quasi come se il precedente fosse solo il preambolo della storia vera e propria che, invece, in un crescendo avventuroso di eventi, si dipanerà fra le pagine de “Il Ragno d’Oro e la vendetta degli esiliati”.

I protagonisti saranno costretti ad affrontare ardue prove, nonché le loro stesse paure, per ritrovarsi e conquistare il loro posto in un universo costantemente in bilico fra il mondo degli umani e quello magico della città di Spina e del suo leggendario Ragno d’Oro.

Recensione:

Adoro i fantasy, soprattutto quelli che sono diversi dalle solite storie, che di differenziano dalle solite razze e dalle solite faide tra vampiri e licantropi. Quando tra le mani mi capita un fantasy diverso è decisamente più facile per me apprezzarlo, e in questo caso è stato davvero facile farlo; prima con il primo volume, che è un po’ la prima scoperta, e poi con il secondo, che rappresenta più la speranza. Ambe duei li ho divorati in una sola settimana.

I due romanzi raccontano della vita di Francesca, la nostra protagonista, la quale conduce una vita pressapoco normale. Studia, vive con la famglia, vede gli amici, e tutto sembra filare secondo la solita noiosa routine, fino a quando nella sua vita non irrompe la figura di un ragazzo: Alessandro... un ragazzo sicuramente diverso da tutti gli altri, ma non perchè ribelle o tormentato da chissà quale passato catastrofico a causa dei genitori. No, Alessandro è diverso dagli altri, non è umano. Francesca però non è l’unica figura ricorrente, infatti contemporaneamente avremo l’onore di conoscere anche la forte e tenace Selenia, la quale è presente in un mondo che a me piace chiamare “parallelo”, ma che non accennerò a descrivere in alcun modo per non rovinare la bellezza della scoperta.

Il legame che c’è tra i due, Francesca e Alessandro, è davvero forte e questo avrete modo di scoprirlo non solo nel primo volume, ma anche nel secondo dove i due protagonisti si ripetono, ma in occasioni e realtà diverse, ma, ancora una volta, non sono qui per entrare nei dettagli e rovinarvi la lettura, vi assicuro che ne varrà la pena scoprire con i propri occhi la bellezza di questi due volumi. La storia è accattivante e interessante; Sara Scaranna ha un’ottima capacità descrittiva, un modo fluido di esporre fatti, azioni e pensieri e anche se molte delle cose sono frutto di una fantasia molto sviluppata, sembra quasi di essere partecipi a molte delle azioni o luoghi. 

Quindi, amanti del fantasy, vi invito calorosamente a perdervi in questi due volumi e, in attesa del terzo, non mi resta che augurarvi una buona lettura!

Linda.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *