Sei dove batte il cuore è il nuovo romanzo di Simona Giorgino, da leggere tutto d’un fiato. 

Titolo:  Sei dove batte il cuore.
 Autrice: Simona Giorgino
 Data di pubblicazione:  4 luglio 2018
 Casa editrice:  Newton Compton
Genere:
Romanzi rosa.
Store d’acquisto: Amazon

Trama:

La cosa più difficile in amore è scegliere da che parte stare
Tessa ha trent’anni, è originaria di Lecce, ma vive a Milano, dove lavora come traduttrice e mediatrice culturale in una struttura d’accoglienza, il Paradise Corner. In un giorno di pioggia incontra Brando: è un momento perfetto, romantico, come la scena di un film. Tessa non riesce a smettere di pensarci, ma non ha idea di come contattare quel ragazzo, scomparso senza lasciarle nemmeno un numero di telefono. Nel frattempo, al Paradise Corner arriva Leo: ha un passato pesante alle spalle che ha spinto la sua famiglia a non volerne più sapere di lui. Tessa prova a capirlo, a stargli vicina, si offre persino di accompagnarlo in Puglia perché possa confrontarsi con gli errori commessi. Tra loro a poco a poco si instaura un legame di profonda fiducia. Mentre la mente di Tessa continua a essere occupata dal pensiero costante di Brando, il destino le regala un altro incontro, con un ragazzo dolce e gentile. E Tessa sembra sentirsi finalmente felice.

Ma non è sempre facile capire il proprio cuore, soprattutto quando sembra spingerci in direzioni diverse. E scegliere, allora, diventa un obbligo davvero complicato.

Recensione:

“Sei dove batte il cuore” racconta della vita di Tessa, una ragazza indipendente che lavora come mediatrice culturale in una associazione di Milano. Trasferita da Lecce ha riposto tutte le sue forze e speranze in questa nuova città e in questo nuovo lavoro, ed è lì che si è stabilita: in una nuova casa, con nuovi colleghi e una nuova migliore amica Nel campo lavorativo la nostra protagonista si mostra non solo molto brava e preparata, ma anche sicura e matura per la sua giovane età, elementi che invece iniziano a venire meno nella sua vita sentimentale. Tessa è ancora single e ha deciso di interrompere ogni contatto con gli uomini, ma il destino non sembra essere d’accordo con lei e la pone  davanti non una, ma ben tre scelte. Tre uomini diversi, che più diversi non si può.

Il primo è Brando: un uomo affascinante, elegante con il quale l’incontro avviene per caso. Fin dal primo momento però si ritrovano a scherzare e chiacchierare con una sintonia che non è facile da trovare o creare, eppure loro sembrano avercela.  Lui è il primo che riesce a far riaccendere il cuore di Tessa e insieme a quello anche la speranza, tanto che Brando inizia ad essere per lei un pensiero fisso. Ad avvalorare questo, oltre alla sua aria misteriosa,  c’è anche il non essersi scambiati i numeri durante il loro incontro. Nessuno dei due ha modo di rintracciarsi e il loro futuro ricade, nuovamente, tra le mani del destino.

E’ il modo perfetto per chiudere un pomeriggio
come quello appena trascorso, in compagnia
di questo ragazzo con cui non avrei mai
immaginato di potermi sentire così
perfettamente a mio agio. 

Il secondo uomo è Leo, un ragazzo appena arrivato alla comunità in cerca di un posto dove dormire e un lavoro per poter ricostruire il suo futuro. Si vede dal suo atteggiamento e dai suoi modi di fare che il passato non è una questione semplice, ma dal suo volto si legge anche la determinazione di cambiare, migliorare e rimettersi in carreggiata. Questo, in un primo momento, lo fa sembrare un personaggio freddo, schivo e decisamente restio ad aprirsi alla comunità che l’ha accolto, ma è proprio con Tessa che riuscirà ad abbassare le sue barriere. Entrambi vengono dalla Puglia e questo è un primo punto in comune che li porterà lentamente ad instaurare un rapporto di confidenza.  La loro conoscenza inizia a crescere gradualmente, tra pensieri contrastanti: amicizia o attrazione? Tessa non sa darsi una risposta.

Guardo Leo e quasi mi commuovo alla vista di
quest’uomo all’apparenza forte ma invece così
fragile, stretto nelle spalle. Non posso neanche
immaginare che cosa si provi ad essere rifiutato
dalla propria famiglia, e peggio, a pentirsi di un
male che si è consapevoli di aver arrecato senza
poter tornare indietro per cambiare le cose. 

E poi, ciliegina sulla torta, c’è Rocco. Lui è un agente immobiliare dall’animo dolce e romantico, appassionato di quadri e di arte. Conosce Tessa quando lei decide di trasferirsi in un appartamento più vicino all’associazione e tra di loro scatta qualcosa, qualcosa alimentato dall’amore per i quadri e alimentato dalla gentilezza di Rocco.

I suoi sono due pietre grigio perla che
mi scrutano in profondità. Sanno di sincerità,
di promesse che difficilmente non verranno
mantenute. E questo mi fa sentire fortunata
di averlo conosciuto. 

Ammetto che io stesso, leggendo “Sei dove batte il cuore”, ho pensato a quanto fosse stata fortunata Tessa a trovare tre uomini così affascinanti, intelligente e interessati a lei. Però, più mi imbattevo nel romanzo più capivo che non è stata una vera e propria fortuna per lei. Ascoltare il cuore è difficile e prendere una scelta può esserlo ancora di più e lei ben presto si ritrova a dover fare i conti con la realtà, Ecco, in quel momento ho smesso di invidiarla poiché io, onestamente, non so se sarei riuscita a scegliere.

Il romanzo è decisamente originale e interessante, anche i personaggi secondari ( come i colleghi o l’amica di Tessa ) riescono a lasciare un segno del loro passaggio o della loro presenza e non sembrano messi lì a casaccio per occupare un posto della storia.  Simona Giorgino ha una scrittura molto fluida e scorrevole e non rende il romanzo pesante, piuttosto piacevole, ironico per alcuni tratti e curioso.

“Sai Tessa, la risposta è proprio là dentro:
chiunque sia la persona con cui ti piacerebbe
essere in quel dipinto, quella è la persona
che vorresti al tuo fianco.”

I tormenti di Tessa sono trattati in modo leggero, senza appesantire mai il romanzo, facendo sembrare Tessa una nostra amica pronta a confidarsi con noi senza esagerare, ed è una particolarità che ho apprezzato. E alla fine Tessa arriva ad una scelta, capisce realmente cosa vuole e non ha alcun ripensamento. Devo ammettere che la scelta mi è sembrata leggermente scontata, sebbene durante la lettura alcuni particolari mi hanno fatto vacillare nella mia sicurezza, ma non starò qui a spoilerarvi assolutamente nulla, piuttosto vi lascerò con il dubbio: Brando, Leo o Rocco?  E voi, chi avreste scelto? Leggete “Sei dove batte il cuore” per scoprirlo!

Quel bacio ha avuto il sapore delle cose
che accadono perché è proprio così
che devono andare.

Linda. 

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *