In “Sempre di amore si tratta” le diverse sfaccettature dell’amore, della felicità e del dolore sono indagate con un’empatia capace di emozionare il lettore.


Titolo
:  Sempre di amore si tratta
Autore: Susanna Casciani
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 3 aprile 2018
Link d’acquisto: Amazon

Trama:

“Bisogna prendersi cura dei doni come se fossero piccoli fiori selvatici: sbocciano senza il nostro aiuto, ma dobbiamo fare attenzione a non calpestarli, a non maltrattarli.” E la piccola Livia di doni ne ha eccome. Come si fa a non accorgersene? Lei è una che quando si muove assomiglia a una nuvola trascinata dal vento, capace di rendere più colorato tutto quello che tocca. È timidissima, parla poco, però sorride a tutti. E poi ama scrivere, perché farlo la fa sentire diversa, nel senso di speciale, come se nelle sue vene al posto del sangue scorressero le parole. È un cuore puro il suo, e fragile, e per questo avrebbe bisogno di essere accudito e protetto. Però si sa, le stelle, le stesse alle quali Livia bambina si rivolge sommessamente tutte le sere, seduta sul terrazzo di casa, molto spesso si fanno gli affari loro e non sempre hanno voglia di guardare giù, di ascoltarci. Infatti, a un certo punto, nella vita di Livia accade qualcosa che le inceppa il cuore.

Coll’aggravarsi della depressione della madre, tutto per lei diventa faticoso, difficile. Ragazzina sognatrice e poi giovane donna, Livia cerca comunque di spiccare il volo ma, quasi fosse una farfalla con un’ala di seta e una di piombo, non fa che sbattere da tutte le parti rovinando puntualmente al suolo. Così, caduta dopo caduta, sfinita da un amore – quello per la mamma malata – che si ciba della parte migliore di lei, inizia a non fare più caso alle piccole magie che accadono ogni giorno e finisce per rassegnarsi a lasciare andare tutti i suoi sogni. Quel che non sa è che l’amore è più potente di qualsiasi delusione e sa farsi largo anche tra le macerie di una vita che odora di terra bruciata come la sua. Sempre d’amore si tratta racconta la storia di Livia, dall’infanzia all’età adulta. E lo fa attraverso lo sguardo delle tante persone che, in momenti diversi, ne incrociano la strada, anche solo per poche preziose ore.

Tante istantanee capaci di tratteggiare con precisione l’esistenza di una singola persona ma al contempo di raccontare anche un po’ di tutti noi, di quanto sia difficile accogliere l’amore nella nostra vita, prendercene cura, proteggerlo e quanto sia spesso più facile, piuttosto, fuggirlo, maltrattarlo o convincersi di poterne fare a meno.

Recensione:

“Sempre di amore si stratta” è il nuovo libro di Susanna Cascini che tratta una tematica molto delicata: La depressione.
Essa è affrontata attraverso il racconto della vita di Livia, una ragazzina la cui madre – Caterina – è affetta da questa malattia . La narrazione si svolge attraverso diversi punti di vista: quello della madre, del padre, della migliore amica, della nonna, eppure mai attraverso Livia, se non all’ultimo capitolo. Tale suddivisione non stanca affatto, anzi ci permette di conoscere diverse sfaccettature della vita della giovane, di scoprire non solo come essa venga vista e percepita dagli altri. Ci fornisce pareri obiettivi in merito alla sua persona, così come ci fornisce informazioni in merito alle persone che la circondano e fanno parte della sua vita.

” Vorrei insegnarle a cadere, perché farlo
è inevitabile, prima o poi, ma anche a volare
perché accogliere la felicità non è così facile
come potrebbe sembrare”

Ed infatti in “Sempre di amore si tratta” è proprio la ricerca della felicità a regnare sovrana. Una felicità quasi inafferrabile, e che mai lascia Livia pienamente soddisfatta. Una felicità ch’ella ritiene non fare per sè, ed accanto tale ricerca c’è quella dell’amore.

Perché Livia ha bisogno di essere amata, di essere felice, seppur ritenga di non essere in grado di amare. Ed è ciò che la frena e che poi la induce in uno stato di apatia.  La sua infanzia, l’adolescenza, e prima età adulta si svolgono in funzione di sua madre, per la quale obnubila la propria personalità. Livia ci prova a spiccare il volo, ad allontanarsi da quella cittadina – Montecatini – troppo stretta per una ventenne. Eppure una chiamata di suo padre la costringe a tornarvi e rimanervi.  Benché l’amore materno sia tanto forte da tenere Livia legata a Caterina, a sostenerla, a restarle sempre accanto; è proprio esso a cambiarla, a renderla una ragazza cinica e poco fiduciosa nei confronti di questo sentimento e a renderla, in parte, insoddisfatta.

“Per scuotere un cuore che ha sofferto ci
vuole il doppio dell’amore che ha perso.”

Nonostante la protagonista del racconto sia Livia, accanto  a lei sono presenti i suoi affetti più cari e sono trattati altrettanto dettagliatamente. L’autrice ci fornisce minuziose descrizioni non solo estetiche e caratteriali, ma anche biografiche. Insomma nulla è lasciato al caso, piuttosto tutto è trattato nei minimi dettagli con la dovuta attenzione.

La casciani riesce a far immedesimare il lettore nei propri personaggi, come se al momento della lettura diventasse il lettore  stesso il personaggio; e se così non fosse, in ogni caso, si sente un legame con la protagonista. C’è qualcosa di Livia che è parte anche di te.  Forse il cinismo e la mancanza di fiducia nei confronti di un sentimento che spesso spaventa, la paura di non riuscire ad amare, di non riuscire ad essere felici, l’apatia. Elementi che spesso si riscontrano nel proprio essere, e che Susanna riesce a scovare e portare alla luce.
“Sempre di amore si tratta” è un libro che, non appena finito, si ha già voglia di rileggere. Un romanzo che emoziona e che riesce a toccare le diverse corde emotive del lettore.

“La nostalgia è un sentimento agrodolce che
non può fare del male. E’ il ricordo di qualcosa
che è stato, qualcosa che per un certo periodo abbiamo
dato  per scontato, qualcosa che è diventato
speciale con il tempo.
[…]
Provare nostalgia è aver imparato a
dare valore alle cose “

Scegliere di essere felici, amare sè stessi altrimenti non si sarà mai in grado di essere amati e di amare gli altri, perdonare i propri errorri ed accettare i propri sbagli; è ciò che “sempre di amore si tratta”  mi ha trasmesso.

Valentina De Simone.

  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *