Buon sabato cari lettori. E’ uscito il 3 Novembre il nuovo romanzo di Anna Premoli, “E’ solo una storia d’amore”, edito Newton Compton, e io sono pronta per la mia, ormai famosa, recensione a caldo!

Prima però, qualche informazione sul romanzo. 

51cjyk-lt2lTitolo: E’ solo una storia d’amore
Autore: Anna Premoli
Editore: Newton Compton
Data d’uscita: 3 Novembre 2016
Prezzo: Ebook 4,99 € – Cop. Rigida 8,42 €
Link d’acquisto: Amazon

 

Trama: 

Cinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto verso il sole e il divertimento della California. Fresco di Premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo che quello fosse solo l’inizio di una luminosa e duratura carriera. Peccato che le cose non stiano andando proprio così: il suo primo libro è rimasto l’unico, l’agente letterario e l’editore gli stanno con il fiato sul collo perché consegni il secondo, per il quale ha già incassato un lauto anticipo. Un romanzo che Aidan proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, in cerca di ispirazione prova a rientrare nella sua città natale, là dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurel, scrittrice di romanzi rosa molto prolifica. Già, “rosa”: un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. E chiunque al giorno d’oggi è capace di scrivere una banale storia d’amore… O no?

Recensione: 

Partiamo subito con il dire che, per me, Anna Premoli è una garanzia assoluta. Una delle mie autrici preferite, se non addirittura la preferita in assoluto tra le Italiane. Adoro i  suoi romanzi, il suo stile ironico quel tanto che basta per renderla unica e inconfondibile. Quando ho tra le mani un libro di Anna Premoli so già che non mi deluderà, e che rischio di ridere da sola, seduta sul divano, con il libro tra le mani… come è successo questa volta con “E’ solo una storia d’amore”

“E’ solo una storia d’amore” è un romanzo che mette a nudo e vuole abbattere, o far riflettere chi giudica senza conoscere davvero, tutti i cliché che da sempre ruotano attorno ai romanzi rosa. Avete presente tutti quei pregiudizi sul genere, su chi lo legge e soprattutto su chi lo scrive? Ecco, qui Anna Premoli li ha tirati fuori tutti… e li ha esaminati attraverso il pensiero dei suoi protagonisti. Chi l’ha detto che una scrittrice di romanzi rosa, nella vita, sia tutta sorrisini ammiccanti, sguardi sognanti verso il nulla e sospiri d’amore? Che ecceda in sensibilità o che ami le tonalità del rosa all’eccesso? Sono solo cliché, inutili e insensati cliché. Va be’, io scrivo rosa e adoro il fucsia… ma giuro che è una coincidenza 😛 
Però devo dire che questo libro è pieno di pensieri che condivido in totalità. Molte volte mi sono soffermata a rileggerli e a pensare “Cavolo se ha ragione!” 

Quello che la gente spesso non capisce è che la magia del rosa spesso non sta tanto nella capacità di predire chi si innamorerà di chi – non scriviamo mica gialli- ma nella bellezza di un percorso condiviso. 

In questo romanzo c’è tutta l’ironia di cui è capace la Premoli. C’è introspezione quel tanto che basta e soprattutto c’è quel dialogo irriverente e con il giusto grado di puntigliosità. Ciò che Aidan e Laurel dicono non è mai banale, in realtà, si vede che l’autrice sa di cosa parla. Che ha cultura. E soprattutto che sa come tenere le fila degli eventi, come tessere la trama intrecciandola in modo impeccabile… magari con l’aiuto dei suoi protagonisti che sanno come imporsi 😉 

Capita, di tanto in tanto, di sentirsi dei semplici spettatori di quello che si scrive. E’ una strana sensazione: eccitante ma allo stesso tempo inquietante. Ti sembra di non avere davvero il controllo di quello che sta accadendo nel libro, di non riuscire a decidere per i tuoi personaggi, come se fossero loro a dettarti quello che devi scrivere. 

La storia narrata mi ha tenuta con gli occhi incollati alle pagine e quando non potevo leggere, a causa degli impegni quotidiani, continuavo a pensarci. Non vedevo l’ora di potermi distendere sul divano e leggere! 
Inizialmente, giusto i primi capitoli, ho detestato Aidan: pieno di sé, il classico pallone gonfiato arrogante e autocelebrativo. Poi però l’ho amato, ho imparato a capire cosa c’era sotto ogni suo gesto, a ogni sua risposta. Sotto ogni suo atteggiamento apparentemente da persona sicura di sé fino all’eccesso. E poi, come non innamorarsi dei suoi ricci neri e della sua aria da pirata testardo? 😛
Laurel invece è stata il top dall’inizio alla fine. Una donna che si è convinta di essere forte, irremovibile come le rocce. Nascosta dietro alla sua aria da dura, ma alla fine umana come tutte noi. E non vi dirò di più, perché io odio fare anche il minimo spoiler. Vi dico solo che questa storia dovete leggerla assolutamente, non potete non farlo!

Lo so, potrei sembrare una FAN in adorazione ma giuro che non è così. Il punto è che Anna Premoli sa scrivere davvero bene. Sa coinvolgere e far ridere ed emozionare come poche. Le mie 5 stelle sono d’obbligo… vi lascio un altro piccolo estratto del libro che mi ha toccata nel profondo. Perché è quello che accade a me, tutte le volte. 

Per scrivere d’amore devi essere disposto a metterti nei panni dei tuoi protagonisti, devi credere che possa succedere. In un certo senso, devi innamorati anche tu. Il segreto dei miei libri è che lo faccio tutte le volte. Alla fine di ogni romanzo sono anch’io un po’ innamorata. 

13244872_278503879151039_7692919659396933458_n

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *