Prima di iniziare ringrazio la Piemme per averci mandato “tutte le volte che ho scritto ti amo”, un libro che, personalmente, ho apprezzato davvero tantissimo.

han_tutte le volte_coverTrama:

“Io adoro conservare le cose. Non cose importanti, come i documenti, i risparmi o la biodiversità. Sciocchezze e oggetti inutili. Nastri per capelli. Lettere d’amore. Le tengo in una cappelliera verde acqua. Non sono lettere d’amore che mi hanno scritto, perché non ne ho. Sono lettere che ho scritto io. Ce n’è una per ogni ragazzo che ho amato: cinque in tutto.” Lara Jean non ha mai apertamente dichiarato di essere cotta di qualcuno. Quello che fa è scrivere a ciascuno dei ragazzi di cui si è innamorata una lettera, che poi imbusta e custodisce gelosamente in una vecchia cappelliera. Un giorno, però scopre che tutte le lettere sono state spedite… e all’improvviso la sua vita diventa molto complicata, ma anche molto, molto più interessante.

Recensione:

Ho letto questo libro in spiaggia, pagina dopo pagina mi ha preso così tanto da farmi dimenticare ciò che stava succedendo attorno a me e le mie ginocchia bruciate dal sole ne sono la dimostrazione!

Tutte le volte che ho scritto ti amo, parla della vita di Lara Jean, una ragazza di sedici anni che vive con le sue due sorelle, Margo e Kitty, e il padre. La loro è una bella famiglia unita e le tre sorelle vanno molto d’accordo, anche con la loro differenza di età. La protagonista ha l’abitudine di scrivere delle lettere alle persone di cui si è presa una cotta, cinque in tutto, e di conservarle dentro ad una cappelliera che le è stata regalata dalla madre. Un giorno però queste lettere vengono misteriosamente spedite e qui inizia il primo dubbio; chi è stato a spedire le lettere?
Ammetto che in un primo momento i miei dubbi sono ricaduti su una particolare persona, ma la scrittrice, Jenny Hann, è stata brava a sviare il discorso e farci credere a un’altra determinata situazione che avrebbe potuto essere una valida motivazione per la spedizione di quelle lettere.
Sta di fatto che dal momento in cui le lettere vengono spedite, la vita di Lara Jean diventa leggermente più interessante e movimentata e il libro prende una piega decisamente più appassionante.

I personaggi mi sono piaciuti tutti, ognuno di loro è stato ben curato e diverso dall’altro e di conseguenza non ne ho trovato uno che fosse “sbagliato” o “inadatto” alla situazione.
Lara Jean mi è piaciuta molto, è una ragazza semplice, che ama la famiglia e non è spericolata come invece possono essere le ragazze della sua età, ma questo non fa di lei una ragazza noiosa. Personalmente mi sono affezionata molto alla protagonista di questo libro, trovandola perfetta nelle sue caratteristiche fuori dai soliti standard.
Lo stesso ho pensato per le sorelle Margo e Kitty anche se delle due ho preferito la sorellina più piccola di nove anni; Kitty è un personaggio molto allegro, deciso e che ha sempre una risposta pronta per ogni occasione. Poi c’è Josh, il vicino di casa e amico delle ragazze fin da piccoli. Anche lui è un bel personaggio, ben delimitato, e tutto quello che sappiamo di lui spesso lo vediamo attraverso gli occhi di Lara Jean e del rapporto profondo che ha con tutta la famiglia. E ultimo, ma non meno importante, Peter… e qui lasciatemolo dire; il mio preferito. Ho adorato il suo carattere, così sicuro di se, ma mai banale o arrogante, simpatico e misterioso sotto certi versi, ma decisamente pieno di sorprese. Tutto sommato non c’è stato un personaggio che non mi sia piaciuto.

Il testo è leggero, scorrevole, piacevole. Ho trovato la lettura molto coinvolgente e lo stile di Tutte le volte che ho scritto ti amo, impeccabile. Non è mai stato banale o noioso e ho divorato ogni singola parola con interesse. I miei più sentiti complimenti vanno alla scrittrice che è riuscita a rendere il tutto interessante e mai banale o noioso. Vi sono descritti racconti, idee, ricordi e situazioni nel modo giusto, mai pesanti o troppo dettagliati, ma descritti in modo coinvolgente. Consiglio la lettura di Tutte le volte che ho scritto ti amo a chiunque voglia imbattersi in un bel romanzo con una trama interessante. Nonostante sia definito un young adult, io credo che la lettura possa essere estesa anche ad un pubblico un po’ più adulto.

Per oggi è tutto, non mi resta che ricordarvi che Tutte le volte che ho scritto ti amo continua con “P.S ti amo ancora”, e assegnare cinque meritatissime stelle a questo primo volume!

13244872_278503879151039_7692919659396933458_n

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *