“Il sentiero degli alberi di limone” è il nuovo libro di Nadia Marks. Un libro ricco di emozioni.


Titolo:
 Il sentiero degli alberi di limone
Autrice:  Nadia Marks
Data di pubblicazione: 26 Aprile 2018
Casa editrice: Newton Compton. 
Genere:
Narrativa Contemporanea. 
Store d’acquisto: Amazon

Trama:

Anna non aveva mai pensato che il matrimonio con Max potesse naufragare, fino al giorno in cui ha scoperto che lui l’ha tradita. Troppo sconvolta per affrontarlo, decide di seguire il padre, recentemente rimasto vedovo, in un viaggio nella piccola isola dell’Egeo dove è nato. Una volta arrivata sull’isola, la cordialità dei familiari e la bellezza del mare la travolgono, facendole riassaporare il fascino delle proprie origini. Ma la Grecia ha delle sorprese in serbo per lei: una scoperta casuale all’interno di un vecchio baule rivelerà ad Anna segreti di famiglia che sono rimasti nascosti per oltre sessant’anni. Un fiume di eventi, accaduti durante la seconda guerra mondiale, si riversa all’improvviso sulla sua vita.

Anna assiste allo sconvolgimento che quelle verità, a lungo sepolte, provocano sulla sua esistenza. Capirà in breve tempo che il solo modo per scendere a patti con il presente è fare i conti con il proprio passato…
Un viaggio in una piccola isola greca per ripercorrere la storia di famiglia e scoprire tutte le sfumature dell’amore 

Recensione:

Il romanzo “Il sentiero degli alberi di limone” non racconta solo della storia di Anna, ma si divide con altre storie che in qualche modo si intrecciano ad una sola. Il libro è infatti diviso in quattro parti. Nella prima parte ci dedichiamo ad Anna, la sua storia, la sua vita, il suo presente e il suo matrimonio. Quello che lei riteneva un amore forte e solido alla fine si dimostra qualcosa di totalmente diverso: fragile e creato sulla base di bugie.  Una delusione che potrebbe portarla a mandare a monte la sua vita, o ricominciare più forte. Sebbene la notizia del tradimento la ferisca profondamente, Anna riesce ad essere forte abbastanza da non abbattersi.

Nella sua vita ha sempre lottato per avere quello che ha adesso: una famiglia, due figli e un tetto sulla testa. E’ una donna determinata e forte, una di quelle donne che nonostante gli ostacoli si risollevano, anche da solo. Certo, la fine del matrimonio l’ha segnata, ma non per questo si è demoralizzata.

Il suo matrimonio era decisamente in crisi e solo
il tempo avrebbe potuto dire come sarebbe andata
la sua vita, ma si sentiva meno ansiosa all’idea di
andare incontro all’oscuro ignoto. 
Pian piano, Anna aveva iniziato a vivere guardando
al presente e non a quello che sarebbe potuto accadere.

Anna quindi decide di reagire e di partire insieme al padre per raggiungere la Grecia. E‘ convinta che staccando la spina dalla sua quotidianità o dei drammi riuscirà a ricucirsi le ferite e ricominciare  dall’inizio.  Così approfittandone che i figli saranno in vacanza per conto loro parte per questo viaggio. Un ritorno alle originiIn Grecia ritrova non solo la famiglia, e nuovi amici,  ma delle lettere che accendono la sua / e la nostra / curiosità. Sono delle vecchie lettere che sono state spedite a sua zia, ma non è chiaro chi le abbia spedite. L’unica cosa che si riesce a capire è che l’amore provato da quelle due persone è forte. Contro ogni regola. E non riesce a comprendere come possa essere semplicemente finito. Per fortuna è l’autrice a darci qualche risposta in più con la seconda parte del romanzo.

In questa seconda parte scopriremo dettagli in più su queste lettere, andando indietro nel passato e vivendo attentamente la nascita e la disfatta di un amore impossibile. Non volendovi anticipare assolutamente nulla di un libro che merita di essere scoperto lentamente, posso solo dirvi che l’uomo di quelle lettere ha un volto. Le emozioni che vengono raccontate attraverso quelle parole hanno una storia. Una storia che non ci si aspetta, una storia che merita di essere scoperta e apprezzata attraverso le parole di Nadia Marks. Una storia difficile che ha segnato per sempre il cuore dei  due giovani ragazzi che l’hanno vissuta.

«Ti amerò per sempre» gridò lui. 
«Preferirei morire che smettere
di amarti» replicò lei.

“Il sentiero degli alberi di limone” è un romanzo emozionante. Le storie che vengono raccontate riescono ad entrarti dentro, ad appassionarti, tanto da desiderare un continuo o un insieme di ulteriori dettagli che, purtroppo, non avvengono. Lo stile è semplice. I dettagli sono appropriati e non ci sono ripetizioni inutili o sproloqui su argomenti o dettagli di un ambiente che non servono al fine della storia.

Sebbene il romanzo abbia quattro storie, apparentemente distaccate ma in realtà che convergono tutte in una, non si passa al banale o non ci si stufa di iniziare un nuovo racconto. Piuttosto i personaggi e le varie vicende ci fanno affezionare a tutti loro con le loro sfaccettature, le loro difficoltà che divertano un po’ le nostre, le loro storie travagliate, le soddisfazioni e gli amori che vivono. Il romanzo, a mio avviso, è molto intrigante e merita di essere letto.

Linda.

Se volete leggere la recensione degli altri blog date una sbirciatina qui sotto!

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *