I tagli di moda per quest’estate sono indubbiamente originali, dagli extra corti ai super long. Ma ci sarà anche il ritorno di un’amica – o nemica – delle donne: la riga centrale.

Di spicco fra gli anni ’60 e ’70, la riga al centro dà un’aria naturale ed equilibrata. Adatta ad ogni tipo di capello e di piega. Si presta ad ogni occasione, basta seguire qualche piccolo accorgimento ed il gioco è fatto. Essa insieme agli short bob e la frangia, rappresenta un “must have” per questa estate.

Ma quali sono i tagli su cui la riga centrale dà il meglio di sé?

Senza ombra di dubbio sui tagli medi e lunghi, ma non temente ce n’è anche per le più temerarie che preferiscono darci un taglio in vista del caldo.  Quest’ultime possono anzi combinare due dei trend dell’estate. Infatti uno short bob abbinato con la riga al centro – ormai protagonista indiscussa delle passerelle-  è perfetto sia scalato, per un look più sbarazzino e spettinato, che retto per un look più sofisticato ed elegante.

Per la piega non temete, la riga al centro si abbina perfettamente con capelli lisci, mossi e ricci. Anche i tagli medi avranno il loro ruolo di rilevanza per questa stagione, in particolare i long bob. Che liscissimi e magari con una frangia, sono perfetti per la riga al centro.  

Per coloro invece che amano i capelli lunghi, quest’anno sono di tendenza i “lunghissimi”.

I tagli scalati sono consigliati per i capelli spessi e pesanti, così da alleggerirli un po’ ed evitare quel fastidioso effetto voluminoso. Il taglio scalato lo rende più definito e meno carico. Le beach waves sono lo styling più adatto per i capelli lunghi e la riga centrale, che anche per questa estate rappresentano un must su cui puntare.

Idee per rendere particolare la vostra riga al centro?

Provatela con un raccolto per un look più elegante, oppure con dei double buns. Aggiungete una scia di glitter sulla riga per uno stile più eccentrico. 

Alle ragazze con capelli sottili ed un volto piccolo e spigoloso, ahimè, sconsiglio la riga al centro.

Valentina De Simone. 

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *