Ed eccoci alla seconda puntata di ‘Perché Sanremo è Sanremo!’.

I primi ad esibirsi sono stati i giovani, scelta che io ho trovato particolarmente azzeccata, ma procediamo per gradi! Artisti della serata? Canzoni? Cosa ne pensate? Voglio assolutamente sapere il vostro parere e confrontarmi con voi!

Come dicevo, ho trovato giusto far cantare la categoria giovani per primi, per altro vorrei aggiungere che, a gusto personale, ho trovato le loro canzoni più belle di molte altre in gara tra i big! Sono rimasta molto delusa per Marianne, avrei voluto passasse lei insieme a Leonardo La Macchia, ma sono contenta che il secondo sia arrivato in finale! Le canzoni di tutti e quattro i cantanti mi sono piaciute moltissime, ma La Macchia mi ha sicuramente lasciato un segno indelebile. Ottima melodia e ottimo testo, mi ha conquistata!

Per quanto riguardai Big ho diverse perplessità e queste riguardano i duetti. Nesli e Alice Paba, così come Raige e Giulia Luzi. Le due ragazze hanno delle voci davvero fantastiche, mentre ho trovato i loro partner sottotono rispetto alle due, quindi non ho capito cosa pensare della canzone. Sono sicuramente fresce anche se mantengono il tratto distintivo di Sanremo. Ho visto più affinità tra Alice e Nesli, ma potrei anche essermi sbagliata.

Passiamo a chi non mi è piaciuto del tutto: MASINI. Canzone noiosa, testo che non ho retto, melodia che no capivo cosa fosse a tratti. Con lui anche Gigi D’Alessio non mi ha colpita in positivo e nemmeno in negativo: in realtà la sua canzone mi è sembrata una delle tante già proposte, nulla di innovativo. Capisco che sia il suo stile, ma non so come prenderla, sul serio.

Passiamo a chi mi è piaciuto: Bianca Atzei, Michele Bravi, Chiara, Paola Turci, Sergio Sylvestre e Michele Zarrillo e Francesco Gabbano. Allora, di certo il mio preferito è stato Michele Bravi, questa sera, anzi in entrambe le serate, è colui che più mi ha convinta. Le donne sono state bravissime, ma un ospite ha rubato loro la scena. Sergio Sylvestre e Michele Zarrillo sono stati grandiosi e una menzione speciale va a Francesco Gabbani che con il suo stile ha risollevato tutto, lanciando uno stile sanremese al di là delle storie d’amore e strappalacrime! Fantastico!

Gli ospiti! Il momento Crozza è stato il più atteso: ho amato il discorso femminista: non voglio essere di parte, ma sentire certe parole provenire da un uomo in favore di una donna, mi ha resa felice. Robbie Williams mi ha fatto morire con il bacio a Maria, da censurare ogni pensiero riguardo il fisico, non ho trovato brillante la sua performance vocale. C’è qualcuno, invece, che ha illuminato il palco di luce propria: GIORGIA. È divina. Meravigliosa, le sue canzoni fanno tremare l’animo di chiunque e la sua voce ha oscurato qualunque altra voce sul palco. Un’altra menzione speciale va al valletto della serata: Totti. Adorato il momento delle domande, lui fenomenale, sa ridere di se stesso e con gli altri. 

Il trio finale mi è piaciuto un sacco, coinvolgenti come sempre e poi ho un debole per Flavio Insinna e rivolgo i miei complimenti anche all’ultima band che si è esibita. Nicola, il signore che ha sempre lavorato, ha lanciato un messaggio molto importante: di questo Sanremo amo anche questo, il mandare messaggi profondi e veri. Non ho apprezzato minimamente le illusioni ottiche all’inizio dello spettacolo e presentare l’attrice che interpreterà Dalida per ultima è stato qualcosa di inappropriato: meritava più spazio! E si torna al discorso precedente: il tempo è gestito male. C’è da ricordare che vi sono lavoratori che seguono il festival, studenti universitari (e magari anche liceali) e finire a questo orario è davvero deleterio.

Questa volta ho contato le pubblicità. Si parla di OTTO pubblicità per uno spettacolo che va in onda dalle nove di sera circa a mezzanotte e mezza (da programmazione), ma che ha molto più tardi. Queste otto pubblicità, fatte per allungare il brodo, sono stancanti. Apprezzo anche gli ospiti, ma spesso trovo che siano trattati in maniera frettolosa (soprattutto gli ultimi). Se fossero meno e fossero ben ponderati, sarebbe decisamente meglio! Un’altra cosa inutile è il tg dei sessanta secondi che potrebbe benissimo venir fatto dopo il festival.

Come abbiamo potuto vedere in questa puntata gli artisti passati, che quindi canteranno la gara delle cover il 9 Febbraio, sono: Chiara, Michele Zarrillo, Marco Masini, Paola Turci, Gigi D’Alessio, Francesco Gabbani, Michele Bravi e Sergio Sylvestre.

Per quanto riguarda i tre cantanti in zona rossa, se ve lo foste perso, sono loro: Nesli e Alice Paba, Bianca Atzei, Raige e Giulia Luzi. Questi non parteciperanno alla gara cover, ma finiranno in ballottaggio per vedere chi sarà definitivamente eliminato!

Cosa ne penso? Penso che Bianca Atzei non dovrebbe essere in zona rossa, mentre in realtà per il resto sono piuttosto d’accordo, avrei scambiato lei con Masini o D’Alessio, ma si vedrà nella prossima puntata chi verrà definitivamente eliminato. E per ora le cronache terminano qui!

Alla prossima,
Yls.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *