Dicembre è un insieme di emozioni, sensazioni e momenti vissuti che ormai con estrema facilità racchiudiamo in questa parola: Natale.

Ogni anno, quasi per tutti, è un’immensa gioia iniziare a decorare casa, fare l’albero, indossare maglioni con renne, slitte e fiocchi di neve. Ci si sente coccolati da questa atmosfera di festa, ma bisogna fare attenzione a cosa coccola noi ed è dannosa per i nostri cari.

Esistono in natura tipi di piante tossiche. Non solo per gli animali, ma anche per l’uomo. La differenza sta nel fatto che a noi non verrebbe in mente di sgranocchiare un ramo o un fiore, ai nostri amici spesso sì. Allora è necessario almeno sapere, conoscere, per imparare ad aver cura delle cose, per fare attenzione e gestire le situazioni come è meglio per noi e per tutti.

Nella lunga lista delle piante tossiche, c’è proprio la nostra amata Stella di Natale.
Bellissima, con i suoi colori e la sua forma affascinante, adorna ville e appartamenti, in giardino o in vaso. Euphorbia pulcherrima, è una pianta originaria del Messico. Fiorisce in pieno inverno e, a differenza di quel che è facile dedurre, i suoi fiori sono gialli, circondati da cinque brattee rosse.

La tossicità è un elemento da considerare sia per noi sia per loro perché, come tante piante in natura, l’Euphorbia Pulcherrima possiede un sistema di difesa per il quale, se tagliata, fuoriesce una sostanza tossica sia per contatto sia per ingestione, provocando pruriti, bruciore, nausea, talvolta persino perdita di coscienza.

Come si diceva, la cosa importante è conoscere, dunque non facciamo terrorismo psicologico, non vi si sconsiglia di tenere Stelle di Natale a casa. Se non sono alla portata dei nostri amici animali o di bambini e noi riusciamo a fare attenzione, possono benissimo stare a casa, ma inevitabilmente la Stella di Natale è sconsigliata come regalo a chi in casa ha animali e bambini piccoli perché, al malessere dei propri cari, potrebbero preferire metter da parte il vostro dono.

I sintomi sono prurito, mal di pancia e talvolta momentanea cecità. Quindi se vedete i vostri animali grattarsi il muso incessantemente, o star male o i vostri bambini con sintomi simili e avete una Stella di Natale in casa, andate subito dal veterinario o dal medico.

Informazione, prevenzione ed eventuale cura. Alla base di tutto c’è sempre la conoscenza. Ma una volta consapevoli di queste cose, potete prendere dei piccoli accorgimenti e passare un sereno Natale insieme ai vostri cari, pelosi o meno che siano!

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *