Ogni storia, ogni testimonianza, racconto, leggenda, ha alla base una fondamentale domanda: gli animali hanno un’anima?

Voltaire non aveva dubbi e così disse “È solo per un eccesso di vanità ridicola che gli uomini si attribuiscono un’anima di specie diversa da quella degli animali.”

E allo stesso modo Victor Hugo “Fissa il tuo cane negli occhi e tenta ancora di affermare che gli animali non hanno un’anima.”

Ma bastano scrittori, artisti, intellettuali a convincere le comunità? Una base radicale e solida alle abitudini di pensiero la mettono le religioni e loro sembrano porsi tutte in maniera similare nei confronti dell’argomento.

Il Cristianesimo si è ultimamente aperto all’esistenza dell’anima negli animali. A partire dall’affermazione di Papa Giovanni Paolo II che disse “La Genesi ci mostra Dio che soffia sull’uomo il suo alito di vita. C’è dunque un soffio, uno spirito che assomiglia al soffio e allo spirito di Dio. Gli animali non ne sono privi.” O persino Paolo VI che disse “Un giorno rivedremo i nostri animali nell’eternità di Cristo”.
Abbiamo pochi dubbi, quindi, sulla posizione del Cristianesimo, essendo, com’è giusto che sia, una religione in continua evoluzione.

E le altre religioni? Secondo il Buddhismo tutti gli animali possono raggiungere il Nirvana attraverso la reincarnazione. Persino il Buddha si dice sia stato nelle sue precedenti vite con forme diverse, anche animali. Quindi un’anima assolutamente uguale che gode del processo della reincarnazione.

Nell’Induismo gli animali possono diventare divinità e sono contemplati nella legge del Karma.

Secondo l’Islamismo il Paradiso è popolato da cammelli e cavalli, animali amati da Maometto.

Queste concezioni dunque aprono decisamente all’esistenza dell’anima degli animali e ciò dà peso alle testimonianze di chi asserisce d’aver visto, toccato, sentito il proprio animale defunto.

Storie talvolta dolci, talvolta spaventose, perché quando parliamo di cose intangibili, di cose che è impossibile capire e analizzare, ma soprattutto controllare, i sentimenti non sono facilmente gestibili.

La prossima settimana vi racconteremo qualche storia da raccontare la notte di Halloween ma anche qualche episodio da leggere con tenerezza.

Ma secondo voi, detto ciò, gli animali ce l’hanno l’anima?

Alessia

  • 9
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    9
    Shares

7 Comments on “Storie di animali fantasma: ma loro, ce l’hanno l’anima?”

  1. Sono convinta di sí. Degli esseri cosí puri devono per forza averla. Purtroppo non ho mai avvertito i miei amori che non ci sono piú. Difficilmente credo a queste cose :/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *