Londra, Berlino, Barcellona, sono queste le città che vengono subito in mente quando pensiamo a fermento culturale, popolazione giovane, movida, storia e innovazione, arricchendo il menù con grandi spiagge, musica e fashion. E se vi dicessi che vi sto portando in Israele?

Ebbene si! Siamo arrivati nella Miami del mediterraneo, così è stata definita Tel Aviv, il cui nome significa “collina di primavera”, per i progetti “verdi” che furono presi in considerazione durante la sua recente costruzione nel 1909. Se Gerusalemme, con il suo fascino più intimo e multi religioso, è definita la città che prega e si offre ad un aspetto più spirituale e introspettivo, Tel Aviv è la città che si diverte. Qui, Israele ci offre il suo aspetto più giovane e pieno di voglia di vivere.

Inutile dire che la crescita di Tel Aviv sia iniziata negli anni 30 del novecento, con un’ immigrazione in arrivo dall’Europa flagellata dal nazismo. La città è giovane e inarrestabile, di giorno come di notte, non dorme mai.Ricca di musei, eventi culturali, ristoranti, caffè e giardini, Tel Aviv permette al turista di soddisfare ogni desiderio di vacanza. Artisti come Know Hope, hanno tolto alle grinfie della fatiscenza diverse strutture, offrendo loro nuova vita grazie a murales divenuti vere e proprie opere d’arte a cielo aperto. Lo stile Bauhaus caratterizza la città, regalando l’appellativo di “città bianca” ad alcuni suoi eleganti quartieri.

La vostra voglia di shopping la potrete soddisfare sia passeggiando lungo lo sfavillante Rothschield boulevard, sia perdendovi tra le bancarelle dei caratteristici mercatini delle pulci. Il mercato Carmel è un trionfo di profumi, colori, sapori e allegria.

Potrete decidere di alloggiare in uno dei numerosi hotel che costeggiano il lungomare ma anche optare per un albergo più centrale. Sapete andare in bicicletta? Si? Allora se ne potrà noleggiare una per scorrazzare lungo la città e attraversare le zone più verdi. La scelta di ristoranti e caffè è davvero ampia, quindi, ebri di arte e acquisti, non resterà che accomodarvi ad un tavolo e godervi il sole, qualche spettacolo musicale o, semplicemente, il passeggio locale e turistico.

Qualche ora in spiaggia non sarebbe da disdegnare non credete? Vogliamo goderci un po’ di mare prima di tornare in albergo a cambiarci?

Forza pigroni! Il sole sta per scendere sulla città, non vorrete mica perdervi uno strepitoso tramonto sul mare, goduto dai bastioni di Jaffa? Questa località la si raggiunge dal lungomare di Tel Aviv e il suo porto è uno dei più antichi, sembrerebbe che Giona sia partito proprio da qui per imbattersi nella sua balena. Lasciato per lungo tempo a languire, adesso fa da cornice a gallerie d’arte, caffè ed angoli antichi protetti dai bastioni. Antica e completamente diversa, architettonicamente, dalla frizzante Tel Aviv, Jaffa  si dipinge d’oro al tramonto, quando il sole si riflette su quelle pietre che hanno visto passare secoli di storia.

Venite, sediamoci qui: vedete quelle rocce annerite laggiù? Sul mare, oltre i frangiflutti? Ce n’è una più grande; narra la leggenda che qui Andromeda fu incatenata, pronta al sacrificio, ma Perseo, sul suo cavallo alato, venne in salvo della fanciulla, impedendo che un enorme mostro marino la prendesse tra le sue fauci per inghiottirla. La grande roccia prende proprio il nome di “roccia di Andromeda”.

È scesa la notte su Tel Aviv e sulla romantica Jaffa. Che la movida abbia inizio!

Non resta che scegliere uno dei locali del porto e farci coccolare dal buon cibo, un po’ di musica e dal cielo stellato…a proposito! Quella costellazione lassù?? non può essere che Andromeda.

Benvenuti in Israele sognatori!

Barbara Giuliano.

  • 33
  •  
  •  
  •  
  •  
    33
    Shares
  • 33
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *