Ieri sera è andata in onda l’ultima puntata di Temptation Island (in realtà pare ce ne sarà un’altra il prossimo lunedì), e le coppie rimaste nel programma hanno dovuto prendere una decisione: tornare a casa da fidanzati, oppure da soli. 

Il primo falò è stato quello tra Martina e Gianpaolo, rimasto a metà nella puntata precedente. Ho trovato davvero atroce che Martina sia stata capace, visto quanto aveva fatto, di perseverare nel definire una “cacca” il suo fidanzato Gianpaolo. Che forse sì, sarà anche immaturo, ha solo 24 anni, ha fatto lo scemotto con le single del villaggio ma fondamentalmente le sue sono state soltanto battute di spirito poco eleganti. Ha tenuto la manina ad una ragazza sotto le coperte, ha detto a tutte che avevano degli occhi meravigliosi, si è fatto spalmare la crema – SACRILEGIO – e ha asserito di voler mettere incinta il tavolino. Lo abbiamo condannato anche noi, definendolo appunto un bamboccione poco adatto a una donna di trent’anni, però, Martina ha fatto di peggio. Perché il tavolino è un oggetto inanimato, mentre lei si è appolipata a un uomo alto circa un metro e novanta, pensante e ansimante. E il rispetto? La maturità dei suoi trent’anni? La preoccupazione per le famiglie che li avrebbero visti da casa? Dove sono finite tutte queste cose?

Dal falò sono andati via separati,  e lei ha rifiutato persino il single Andrew che era rimasto ad attenderla.  Per salvarsi la faccia o meno, non saprei. 

Raffaela e Andrea: 

Lei ha pianto per tutto il tempo, al fidanzato non è mai stato mostrato alcun video durante i falò, mentre Raffaela ne ha visti a volontà. La cosa agghiacciante, in questo caso, è stata sentire Andrea che davanti alla fidanzata ha definito Teresa (la single) come una persona falsa, di cui non si fidava e che ha soltanto usato ai fini di… di cosa? Questo dimostra la pochezza di certi uomini, che prima fanno i loro porci comodi con un’altra e poi, quando tornano dalla fidanzata e magari la trovano un tantino incacchiata, si rimangiano tutto e giurano amore eterno pur di pararsi le chiappette. Raffaela chiaramente l’ha perdonato, le sono bastate due moine e due lacrimuccie per cedere ancora una volta. A questo punto penso che se uno ti tradisce, e tu lo perdoni ripetutamente, allora un po’ te lo meriti anche. Inutile fare 21 giorni di piagnistei. 

Lara ha aperto Michael come una verza: Olè. 

No, ma, scusate, che figura barbina ha fatto lui? È arrivato al falò del confronto tutto montato, e ne è uscito a pezzettini come i Lego. Un uomo così, signori miei, non lo augurerei a nessuno e neppure alla mia peggior nemica. Senza palle, le palle al massimo le racconta, falso come Giuda, arrogante perché in fondo è un insicuro, un danno dal quale tenersi alla larga il più possibile. 

Pensava di aver architettato un piano perfetto: Lara doveva passare da stronza, da quella che chissà cos’aveva fatto per 50 minuti nella casa dei single con Giuseppe. E invece lei era avanti a lui anni luce, l’aveva già fregato e infatti è sbiancato come un lenzuolo quando gli è stato mostrato il video di ciò che aveva detto quando credeva che le telecamere non ci fossero. Non riesco neppure a infierire più di tanto, fossi stata in lui forse mi sarei seppellita viva nella sabbia dell’isola seduta stante. 

E invece no, un mese dopo essere stato scaricato lui ancora non si è reso conto di essere un fessacchiotto. È andato da Filippo e gli ha raccontato di stare male, malissimo, un uomo distrutto che non sa più come fare e cosa inventarsi per riconquistare Lara. La donna che ama immensamente. Peccato che quando è stata Lara ad andare da Filippo, questo le ha mostrato un video messaggio della single Rita nel quale la ragazza ha letto alcuni dei messaggi che Michael le ha mandato durante questo mese. Le diceva, tra le altre cose, di essersi innamorato di lei e di volerlo ammettere anche davanti al mondo intero. Ma veramente? Allora perché non l’hai fatto, Michael? Perché telefoni ancora a Lara e le dici le stesse identiche cose? Insomma, in una sola puntata ha collezionato un medagliere di figure di “cacca”. 

Non so cosa ci faranno vedere nella prossima puntata, forse come sono andate le cose tra le altre coppie, ma io sarò già in vacanza e spero anche voi 😛  

PS: a settembre ci attende Temptation Island VIP.  Suppongo che ne vedremo delle belle, e noi saremo qui a commentare ogni puntata. 

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

One Comment on “Temptation Island 2018: il falò finale – Lara apre Michael come una verza”

  1. I programmi degli squattrinati deficienti & ignoranti che abboccano alle chiacchiere!!! Nn me ne può fregar de meno !!! Andassero a lavorare e a studiare no a fare GLI ATTORI DA 4 DENARI !!! SOLO GENTE DI LIVELLO SCARSO SEGUE QUESTE BOIATE!!!! Stop!!!! Gli SCIABECC & SCIAQQUINI!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *