Una torta gluten free ricca di gusto,

da una ricetta del Maestro Sal de Riso,

la mia proposta per Natale…

mica si può mangiare solo il Panettone???

Spesso mi è capitato di preparare questa torna, specialmente in presenza di commensali con celiachia, tuttavia mai fino ad ora il risultato era stato così pazzesco…

Una torta ricca di tanto sapore e tanti profumi, ovviamente non leggera… un quadratino di 2 cm ha le stesse calorie di un piatto di carbonara… ma che ci vuoi fare, tanto a Natale nessuno è a dieta e certe pazzie ce le possiamo pure concedere… poi il 7 gennaio ci troviamo tutti in pista a correre per smaltire!!!

Va beh… correre è un parolone, forse ho un po’ esagerato!!!

Pensatemi quando la mangerete: io per non sentire nemmeno l’odore mi sono chiusa in camera da letto a doppia mandata… dovevo assolutamente resistere.

Ce l’ho fatta, ma vi assicuro che è stato difficilissimo!!!

 

Ho leggermente modificato la ricetta preferendo lo zucchero di canna a quello a velo, una maggior quantità di mandorle rispetto alle nocciole e una dimensione di tortiera perfetta per circa 10-12 commensali (buone forchette!!!) o anche qualcuno in più…

Ecco la ricetta:

Ingredienti per una tortiera da circa 24-26 cm:

170 g di burro morbido
120 g di zucchero a velo (io di canna)
170 g di farina di mandorle e nocciole tostate
40 g di fecola di patate
15 g di cacao amaro
170 g di cioccolato fondente tritato 
5 uova medie
4 g lievito in polvere
2 g di sale fino
6 g di acqua tiepida
Vaniglia

Procedimento:

Separare tuorli ed albumi, montare questi ultimi con la metà dello zucchero unendolo poco alla volta fino a quando non otterrete una massa liscia e spumosa. Tenere da parte.

Montare il burro (mi raccomando sempre la qualità, più sono buoni gli ingredienti, maggiore sarà il risultato… è indiscutibile!!!) con la metà dello zucchero, quando sarà bello cremoso aggiungere i tuorli e la vaniglia (bastano i semini di mezzo baccello) e continuare a montare.

Sciogliere il sale nell’acqua ed unire alla montata, poi mescolare le polveri insieme (cacao, farine di frutta secca, fecola e lievito).

Per quanto riguarda le farine di frutta secca, la ricetta originale prevede la stessa quantità fra mandorle e nocciole (di Giffoni); non disponendo di tale prelibatezza ho utilizzato 140 g di farina di mandorle tostate con 30 g di nocciole tostate macinate non troppo finemente, per lasciare una consistenza più rustica all’assaggio.

Aggiungere il mix di farine alla montata e mescolare bene, poi aggiungere il cioccolato fondente tritato grossolanamente e successivamente gli albumi montati in 2-3 volte, mescolando con la spatola dal basso verso l’alto per non smontare l’impasto.

Imburrare lo stampo e versare l’impasto livellandolo bene, poi cuocere in forno già alla temperatura di 165° C. per circa 45-50 minuti; come sempre, regolatevi col vostro forno sia per la temperatura che per i tempi.

Attendere che si raffreddi, poi decorare con una spolverata di cacao o di zucchero a velo.

A presto,

Valentina Pacini

by GelatoMyWay

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *