Vellutata di asparagi: un primo piatto leggero,

pieno di gusto che ci aiuta ad affrontare la giornata

con energia ma senza appesantirci.

 

Ingredienti (per 4 persone):

500 gr di asparagi freschi (o surgelati)
3 patate medie
1 cipolla
1 litro di brodo vegetale
Olio Evo q.b.
Sale q.b.
Panna da cucina (facoltativo)

Procedimento:

Pulire gli asparagi, eliminare la parte dura del gambo e tagliare a rondelle la parte rimanente, tenendo da parte le punte.

Pelare le patate e tagliarle a cubetti; affettare anche la cipolla finemente e farla appassire con un cucchiaio di olio Evo in una casseruola, poi aggiungere le patate e i gambi degli asparagi.

Far insaporire le verdure mescolando, poi coprire con 2-3 mestoli di brodo vegetale e far cuocere per 20 minuti a fuoco basso. Se necessario aggiungere ulteriore brodo al bisogno.

Assaggiare ed eventualmente aggiungere un pizzico di sale.

Frullare col minipimer aggiungendo un filo d’olio a crudo.

Far saltare in padella le punte con un cucchiaio di olio Evo, poi guarnire i piatti da portata con le punte croccanti.

Volendo si può aggiungere un cucchiaio di panna, ma secondo noi è molto buona e più leggera anche senza…

Buon pranzo,

Lory & Valina

  • author's avatar

    By: Valentina Pacini

    Mi chiamo Valentina, ho un figlio, un gatta pazza e tanta passione per la cucina, soprattutto gelati e dolci. Il tempo passato a “spignattare” tra i fornelli mi permette di rilassarmi e di liberare la mente dalle noie della quotidianità, come se attraverso le mie creazioni vedessi il mondo esterno con delle lenti colorate di rosa. Da qualche anno sto concretizzando questa mia passione con un blog tutto mio, nato dopo un bellissimo corso di gelateria e tanti esperimenti. Su Tratto Rosa mi occupo della rubrica di cucina. Seguitemi anche sul blog personale.

  • author's avatar

    Visit the author’s website

  • author's avatar

    Gnocchi di zucca
    Torte d’Autunno
    Bretzel
    Bon bon di uva
    Chiamateli Waffles…

    See all this author’s posts

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *