Una regione importante la Lombardia, storica e molto conosciuta per il suo capoluogo. Capitale della moda, delle tendenze e città economica per eccellenza, nasconde bellezze che a molti sono sconosciute o appunto dimenticate.

La Lombardia dimenticata ospita castelli, edifici storici, giardini splendidi, tutti da visitare. Volete dunque un viaggio all’insegna della bellezza con il sapore di un magnifico sogno? Preparatevi a partire allora, i segreti di questa magnifica regione vi attendono.

Iniziamo da una delle zone più famose della Lombardia, come citava il nostro Manzoni: “Quel ramo del lago di Como…”

Castello di Rossino

E’ una delle più antiche dimore storiche della Lombardia e sovrasta il meraviglioso Borgo di Rossino, frazione di Calolziocorte (CO).  Complessa costruzione di origine medioevale cinta da mura, si ritiene che sia stato eretta prima del Duecento. Proprio Manzoni ambientò in questo castello la dimora dell’Innominato ne “I Promessi Sposi”.

Le visite sono solo su prenotazione, ma vista la sua importanza ne consiglio vivamente una capatina. Offre inoltre la possibilità di pernottamento, matrimoni ed eventi.

Continuando passiamo alle zone del Bresciano che nascondono un fascino sottovalutato, il sapore magico del vino di produzione propria e meraviglie architettoniche tutte da scoprire.

Castello di Bornato (Villa Orlandi)

 

Si erge a Cazzago San Martino, in provincia di Brescia, questa squisita villa rinascimentale costruita all’interno di un castello medioevale che domina le dolci colline di Franciacorta, rinomate in tutto il mondo per l’eccellenza della produzione vinicola. Di proprietà della famiglia Orlando fin dal 1930 è abitato ancora oggi dalla stessa, che condivide con gli ospiti la magia di queste mura. Anticamente era una roccaforte romana eretta a presidio della strada consolare che univa Bergamo a Brescia, presente ancora oggi nel nucleo centrale del castello. Il parco che circonda la villa all’interno delle mura offre un giardino all’italiana, verso sud ed un giardino all’inglese verso nord, con numerose piante secolari.

Il Castello è aperto al pubblico da metà marzo a metà novembre, tutti i giorni festivi. Al termine della visita è possibile una degustazione dei vini di Franciacorta, di produzione dell’azienda agricola del castello.

Palazzo Torri

Dimora storica ed elegante, situata a poca distanza dal Lago d’Iseo, a Corte Franca (BS), è anch’essa patria di vini di Franciacorta fatti per deliziare il palato. Vasti spazi esterni e interni affrescati, vi condurranno in un angolo di paradiso. Il palazzo è visitabile su prenotazione la domenica, e offre la possibilità di eventi pubblici e privati e ospitalità.

Borgo Mosnel

Il Borgo Mosnel si trova Camignone di Passirano in Contrada Barboglio (dal nome della famiglia che ne ereditò la proprietà nel 1836) ed è un luogo di tripudio di sapori e profumi. In esso oltre ovviamente all’Azienda Mosnel specializzata in Franciacorta, si ergono tre Palazzi dei secoli XVI e XVII, e uno di questi,  la villa principale, è residenza della famiglia Barboglio, ora Barzanò, che ha subito nel corso dei secoli diverse trasformazioni, La chicca di qualità, è rappresentata dall’agriturismo dove poter soddisfare le proprie papille gustative ed il proprio riposo.

In questo caratteristico borgo è possibile vivere l’esperienza di percorsi di visita e degustazione per esempio sulla nascita del Franciacorta Mosnel, con un giro nelle cantine, del borgo e del parco; oppure partecipare a serate di degustazioni tematiche. Inoltre, è possibile viaggiare in bici per i vigneti, godendosi un pic-nic al verde. Cosa state aspettando?

Beatrice Ferrari.

  • author's avatar

    By: Beatrice Ferrari

    Mi chiamo Beatrice, ho 30 anni, un gatto nero e mille idee per la testa. Abito in mezzo alle risaie piemontesi, studio Lettere Moderne, sono un po’ pazzerella, un’inguaribile sognatrice, una lettrice compulsiva e aspirante scrittrice; amo tutto ciò che è arte, ma soprattutto amo scrivere da quando ne ho memoria. Datemi una biblioteca, il gatto, una penna o un pennello, poiché si, dipingo anche, e sarò la persona più appagata della terra, ancor meglio se la suddetta biblioteca si trova in Scozia. Adoro cucinare, sperimentare nuove ricette per la gioia delle mie cavie, ovvero la mia famiglia e sono una grande appassionata di cinema e serie tv. Il mio mondo in un libro, poiché i libri sono la mia casa e di essi mi vorrei cibare, ma mi accontento per ora di leggerli e recensirli per voi.

  • author's avatar

  • author's avatar

    Trieste: la città più asburgica d’Italia
    Bruges: viaggio nella Venezia del Nord

    See all this author’s posts

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

2 Comments on “Week end nella Lombardia dimenticata: tra ville antiche, castelli e cascine.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *