La puntata denominata “Matrimonio a Prima Vista … e poi” che ha sostituito il vecchio nominativo “Sei Mesi Dopo” si è rivelata come la più esplosiva e sorprendente di tutta la storia del Programma, ma ha aperto a svariati dibattiti.

Prima di addentrarmi sui protagonisti diretti, ci tenevo a fare alcune considerazioni generiche. 

Ho letto opinioni contrastanti su questo finale di stagione. Molti puristi del programma sono rimasti spiazzati da un epilogo poco canonico in confronto agli altri anni; c’è chi ha parlato di un trash che questo esperimento sociale non ha mai avuto. Io come la penso? Penso che in TV la fanno da padrone gli ascolti e, in questo caso, il network Discovery ha fatto centro tra audience e abbonamenti alla piattaforma Dplay Plus: Matrimonio a Prima Vista 2020 è stata la stagione dei record. Fin dalle prime puntate (quindi dai primi articoli) ho sempre evidenziato come i sei protagonisti di quest’anno si siano calati maggiormente nell’esperimento da un punto di vista pratico rispetto, ad esempio, alla nostra edizione. Ma tutto questo cosa ha portato? Ad un rovescio della medaglia, tradotto in carenza di genuinità a vantaggio di una superficialità in alcuni dei protagonisti. Lo spettatore è sovrano, pertanto questa variazione ha trovato il consenso popolare, ma qualcosa a parer mio si è perso e lo andrò a sviscerare più avanti, addentrandomi in un caso specifico. 

Marco Rompietti matrimonio a prima vista

Giorgia e Luca: “Ci eravamo tanto amati… forse”. 

Parto da quella che era la coppia più genuina e che ha fatto sognare centinaia di migliaia di telespettatori in queste settimane. Il percorso di Giorgia e Luca nel corso dell’esperimento è stato talmente pulito e candido da risultare, a volte, paradossalmente noioso, senza guizzi e colpi di scena, ma altresì romantico e sognante. Li avevamo lasciati la settimana scorsa ad un doppio sì che non avrebbe necessitato di domanda alcuna, li ritroviamo dopo alcuni mesi incattiviti ed estremamente distanti. 
 
È Luca a spiegare le sue ragioni agli esperti (con Giorgia in ascolto in cuffia nella sala attigua): vediamo un ragazzo visibilmente provato, lontano parente di quello che abbiamo sempre visto nelle precedenti puntate. Luca spiega le sue ragioni: racconta di una Giorgia radicalmente mutata dopo la scelta con atteggiamenti di spiccata gelosia verso di lui, il suo mondo e, in modo più particolare, della sua ex fidanzata (nonché migliore amica) Annalisa. Giorgia lamenta di non aver avuto il tempo materiale per concepire questo rapporto e che, al contempo, difficilmente sarebbe riuscita a soprassedere.
 
Giorgia e Luca matrimonio a prima vistaLa questione “ex-migliore amica” può aprire svariati dibattiti. Sono un fermo sostenitore dell’amicizia uomo-donna e della sua co-esistenza ma, al tempo stesso, poter giustificare appieno una ex fidanzata che è anche centrica nella vita del tuo partner non è semplice. Sotto questo punto di vista comprendo in parte entrambi, ma critico i tempi imposti da Luca: un mese per far digerire alla tua partner tutta questa roba è troppo poco. Parlare della fine del rapporto tra Luca e Giorgia è difficile perchè, contrariamente alle altre coppie o, ad esempio, all’affaire Cecilia-Luca dello scorso anno, non vi sono dei “dati oggettivi”, ma soltanto due racconti diversi tra loro. 
 
Il dato oggettivo di questa puntata, tuttavia, lo confeziona Luca nel non accettare il confronto con Giorgia. Ecco, questo, a mio modo di vedere, è l’errore principale del ragazzo che, in uno show televisivo che mette al centro proprio la querelle sentimentale, non può negare il faccia a faccia con la moglie. Lui motiva la scelta con la mancata voglia di litigare/urlare, ma un 1vs1 penso sarebbe stata la scelta più giusta in quel contesto. Una volta che Giorgia parla davanti agli esperti, oltre a difendersi dalle accuse precedentemente lanciate dall’ormai ex marito, racconta di un episodio che alimenta le perplessità sul delicato rapporto tra Luca e la sua ex: un messaggio vocale di una loro litigata, inviato di nascosto proprio ad Annalisa. Sicuramente Giorgia sbaglia a prendere il telefonino del marito ma, inviare una conversazione privata, per giunta al “pomo della discordia”, è quantomeno discutibile. 
 
Altro e ultimo argomento di confronto (a distanza) è il tema del “ti amo”. Giorgia (che mai ha rinnegato di essersi innamorata del marito) rimarca che anche Luca le ha detto le due fatidiche parole. L’ex marito, dalla stanza attigua, appare sbalordito da tale (e secondo lui falsa) dichiarazione. Prendere le “parti” in questa querelle è difficile da un punto di vista prettamente oggettivo. Soggettivamente, ognuno ha la propria interpretazione. Da ex partecipante, rimarco il peccato veniale di Luca nel non aver accettato il confronto: in un contesto come quello di Matrimonio a Prima Vista (nel sei mesi dopo), avrei rifiutato soltanto se Giorgia mi avesse bruciato casa (per dire un episodio molto grave). 
 

Ma veniamo al vero shock televisivo. Il PLOT TWIST inaspettato. 

Nicole si presenta davanti agli esperti, rivive il suo percorso vissuto con Andrea non senza emozionarsi, salvo poi dichiarare che il matrimonio è naufragato un’ora dopo la scelta finale. Roba che Luca Serena lo scorso anno, con le sue famose 36 ore, “scansate”. Fatta la scelta (dove, diciamo la verità, quasi tutti ci eravamo resi conti della poca convinzione del pesarese) Andrea ha deciso di tornare subito a casa per motivi di lavoro (nonostante il benestare del papà) dopo aver avuto un ultimo momento d’intimità con la moglie. 
 
Nei giorni successivi Nicole sostiene di aver provato a organizzare dei week end lunghi a Pesaro per andanre incontro alle esigenze di Andrea, che è sempre rimasto evasivo, al punto tale da spingere lei a domandarsi se fosse il caso di avviare le pratiche per la separazione. E così è stato: separazione a prima vista, verrebbe da dire. Ma non è questo l’aspetto che sconvolge la storia di questa edizione, quanto che Andrea in questo “E poi” lo troviamo già impegnato in una nuova relazione, per giunta con una ragazza che già conosciamo: Sitara. 
 

L’ex moglie di Gianluca entra in scena sedendosi accanto a Nicole.

Sitara non si sente in difetto e, tecnicamente, diciamocelo pure: difetto non c’è. Il matrimonio tra Nicole e Andrea era finito da qualche settimana, ed entrambi erano liberi di vivere nuNicole e Sitaraove esperienze (lei parla di una breve frequentazione estiva già conclusa e anche Andrea ha visto altre ragazze). Quindi, la liason tra Sitara e il ristoratore non ha particolare motivo di scandalo.
 
Ma dov’è il problema? Il rapporto tra le due donne. Nicole credeva nel rapporto instaurato con Sitara (racconti, sfoghi, promesse di viaggi e libri da scrivere insieme), mentre l’altra minimizza, rinnegando un rapporto di amicizia. Nicole, dopo alcuni indizi, verrà a conoscenza del misfatto soltanto alla seconda firma della separazione, quindi diverso tempo dopo l’inizio della frequentazione tra i due. L’ingresso in scena di Andrea (che accusa Nicole di aver fatto la vittima, forte del suo italiano – ? – oltre a tante altre cose evitabili) peggiora la situazione, perchè si ha la sensazione di un “due contro uno” che la milanese non meritava. 
Dove sta il problema, dicevo poco fa. Sono i tempi e i modi. Sitara non sarà mai stata una vera amica di Nicole, ma chi ha fatto questo percorso sa che i legami che si vengono a creare sono unici. Perchè il percorso di Matrimonio a Prima Vista non lo condividi con chiunque, inoltre, il rispetto e il buonsenso avrebbero dovuto imporre ad Andrea – ma ancor di più a Sitara – di comunicare la loro relazione o anche solo un inizio di amicizia a Nicole (Oh, sarò strano io: ma lo scorso anno Luca era sempre al corrente degli albori del mio rapporto amicale con Cecilia). 
 
Andrea e SitaraSia chiaro: anche in caso di comunicazione diretta da parte della nuova coppia nei confronti di Nicole, questa ci sarebbe rimasta comunque male. Ma avrebbe vissuto il tutto con minore delusione. 
Sitara, con il solito eccesso di sicurezza (che la frega), si adira nei confronti di Nicole accusandola di aver creduto troppo in un’amicizia a detta sua inesistente e fa intendere con la sua mimica facciale che, tra le due campane dei due ex coniugi, quella di Andrea fosse più credibile. (Sei sicura, Sitara?)
 
La cosa, forse, più deprimente di questo teatrino non riguarda tanto i fatti in sé, quanto l’atteggiamento arrogante e talvolta aggressivo di una Sitara, che ormai abbiamo imparato a conoscere in queste dinamiche, che sovrasta orgogliosamente una Nicole inerme, con un Andrea imbarazzato dall’atteggiamento – a detta sua geloso – della sua nuova fiamma (tanto da doversi sorbire un “io te meno” inquisitorio). Ed è qui che mi riaggancio al discorso fatto agli inizi. Serviva questo “triangolo” da raccontare in questo modo? Per la narrativa televisiva assolutamente sì (e ribadisco: lo dicono i dati). Per l’antico senso dell’esperimento sociale di meno.
 
Non so di chi sia la responsabilità, ma anche a giudicare dalle tempistiche, la novella coppia avrebbe dovuto agire diversamente, evitare con forza di esporsi subito a favor di camera dato che il loro legame esula dall’esperimento. Senza fare Spoiler della puntata inedita “Tutta la verità”, l’esporsi della neo-coppia forse non è stata la scelta più lungimirante. Nicole, in questo contesto, ne esce da donna verticale. Una donna che ha accettato, più volte, di ingoiare il boccone amaro in funzione dell’esperimento, talvolta anche con comportamenti rivedibili e autolesionisti. Ma è alla fine, che vediamo la sua audacia, tradotta nel non scomporsi mai, anche dinanzi a mirate provocazioni: Nicole torna a casa senza “suo marito”, ma con una rinnovata forza caratteriale e un visibile percorso di crescita personale.
 
PS: Mi sono dimenticato di Gianluca, che, a dire il vero, è il mio personaggio preferito. L’ex marito di Sitara fa un rapido cameo sfoggiando una nuova sfavillante barba e una fresca camicia a simboleggiare il nuovo capitolo della sua vita. Per la serie: “Voi litigate pure, io sono felicione”.
 
Marco Rompietti

  • 96
  •  
  •  
  •  
  •  
    96
    Shares
  • 96
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *