Mercoledì sera è andata in onda la prima puntata di Matrimonio a prima vista Italia 2019: è di fatto la quarta stagione del programma televisivo basato su un esperimento sociale per trovare l’anima gemella. 

Anche quest’anno sei giovani italiani hanno deciso di sposarsi al buio, fidandosi solo del parere degli esperti: Nadia Loffredi (sessuologa), Mario Abis (sociologo), e Fabrizio Quattrini, psicologo che ha preso il posto di Gerry Grassi (Leggi QUI l’intervista) in questa quarta stagione di matrimonio a prima vista Italia. 

Da quest’anno Matrimonio a prima vista Italia va in onda su Real Time. Il format rinnovato nella veste grafica insegue lo stesso obiettivo: trovare l’anima gemella.

Sposare uno sconosciuto, tuttavia, com’è stato ampiamente dimostrato nelle precedenti edizioni di Matrimonio a prima vista, rimane un’impresa ardua. Se chi ci troviamo di fronte – proprio all’altare – non ci colpisce fisicamente è difficile instaurare un buon feeling immediato attuo a rompere il ghiaccio. Sono pochi i matrimonio al buio che hanno funzionato, in Italia soltanto uno. (Leggi anche Francesca e stefano di nuovo sposi). Alla base dei divorzi sempre l’incompatibilità caratteriale, che è in realtà una scusa alla mancata attrazione fisica. 

Eppure, i partecipanti si trovano davanti alla persona giusta. Ad affermarlo sono i tre esperti alla conduzione dell’esperimento!

Quello su cui si basano gli esperti di Matrimonio a prima vista, però, non è solo fattore estetico ma un insieme di aspetti. I partecipanti sono stati sottoposti a una serie di test, l’anima gemella è stata scelta in base alle risposte date. Ma siamo sempre così sinceri, quando ci viene posta una domanda durante un test? 

Io credo che ognuno di noi sia, anche involontariamente, sempre un po’ trattenuto nel dare una risposta. Può dipendere dal momento, dalla timidezza, dal “cosa penseranno di me se dicessi B, invece che A?”, oppure, “Ma figurati se sceglieranno me”. Una sorta di menefreghismo buono, colto in contropiede su argomenti ai quali non hai mai pensato butti lì una risposta a casaccio, che però falsa il risultato finale.

Ecco perché diffido sempre un po’ della totale affidabilità dei risultati di questi test, sopratutto se servono a trovare l’anima gemella… uno sconosciuto che dovrai sposare al buio. 

Loro però lo hanno fatto, 3 coppie hanno deciso di sposare uno sconosciuto fidandosi degli esperti di Matrimonio a prima vista Italia: 

Li abbiamo conosciuti ieri sera su Real time, sei giovani che si sono affidati agli esperti per trovare l’amore: quello che sperano, o dovrebbe, durare tutta la vita. Lo dice la scienza: la persona che hanno sposato con rito civile, senza mai averla vista prima, è la persona giusta per loro. Peccato che non tutti i novelli sposi, com’è accaduto nelle edizioni precedenti, si sono mostrati entusiasti del proprio partner!

La prima coppia di cui voglio parlarvi è quella formata da Federica e Fulvio: 

Questa coppia fa già discutere sul web per via della funerea scontentezza della sposa Federica. A poche ore dal matrimonio al buio con Federica e Fulvio. Matrimonio a prima vistaFulvio, nemmeno sta ad ascoltarlo. Sebbene sia stato scelto dagli esperti ed è a detta loro perfetto per lei, non le piace e rappresenta un limite invalicabile; almeno all’apparenza. 

L’aspetto estetico è un limite che ci influenza durante la quotidianità, ma decidere di sposare uno sconosciuto partecipando a un programma televisivo non è la normalità. Ciò significa che dovremmo prepararci, qualora decidessimo di compiere una tale follia, ad andare oltre i nostri normali limiti. L’atteggiamento di Federica è del tutto indisponente – non lo dico solo io, bensì il web! – e del tutto controproducente per la buona riuscita dell’esperimento a cui ha scelto di partecipare! 

Affidandosi a degli esperti, Federica avrebbe dovuto mettere in conto che i suoi canoni prettamente estetici potevano non essere alla base. Storcere il naso, chiudersi in una bolla, ignorare i tentativi di comunicazione di Fulvio, come ha fatto, è servito solo a creare un gigantesco muro di imbarazzo tra lei e il novello sposo. 

Se questa coppia funzionerà? Di sicuro è presto per dirlo, tuttavia propendo per il no! 

Clima tiepido tra Marco e Ambra:

Lui è un “tipo”, come lo ha definito Ambra poco dopo il matrimonio a prima vista. Marco, dal canto suo, si è detto contento e soddisfatto delle scelte degli esperti: la sua novella moglie lo affascina fisicamente, ma quanto sono davvero compatibili? 

Marco e Ambra. Matrimonio a prima vista 2019A mio parere, da quello che abbiamo potuto vedere fino ad ora, hanno due caratteri completamente opposti: Marco è allegro, ha la battuta pronta, un sorriso sempre pronto e appare affidabile, educato e premuroso. Ambra, nei minuti che hanno preceduto il matrimonio al buio, sembrava una condannata al patibolo! La preoccupazione nello sposare uno sconosciuto ci sta tutta, il broncio durante tutta la funzione avrebbe potuto evitarlo con un piccolo sforzo. Gli occhi bassi… saranno sinonimo di timidezza? 

Del resto, Marco e Ambra non si erano mai visti prima del loro matrimonio al buio. Hanno però in comune quel velo di tristezza che rimane in chi ha perso un genitore troppo presto, ed è stato questo a far crollare il muro iniziale che si era creato tra i due: eretto più che altro da Ambra. Durante il servizio fotografico li ho visti più rilassati, il broncio di lei è stato sostituito da un bel sorriso, e durante il banchetto nuziale anche il nonno di Ambra sembrava meno minaccioso; peccato soltanto che Marco sia della Lazio! 

Come vedo questa coppia? Marco e Ambra sono attualmente un mistero con un buon potenziale di riuscita, se saranno capaci di metterci la giusta grinta. In egual misura da entrambe le parti, però!

E arriviamo adesso alla mia coppia preferita: Luca e Cecilia! 

 

Vi giuro, così a guardarli, separatamente, non li avrei mai messi assieme. Né avrei mai detto che gli esperti li avrebbero scelti l’uno per l’altra. Eppure, Luca e Cecilia insieme sono un vero spasso fin dal primo istante! 

Luca e Cecilia. Matrimonio a prima vista ItaliaCaschetto rosso e pelle bianca lei, alto e ironicamente impacciato lui. Luca e Cecilia si sono piaciuti subito – lui ha addirittura affermato che le combinazioni cromatiche della sposa potrebbero essergli letali – e infatti l’imbarazzo del trovarsi all’altare senza conoscersi è stato presto superato. 

Durante il servizio fotografico il contatto fisico è nato in maniera del tutto naturale, insieme ridono tanto a partire dal “Lo dichiaro” detto al posto del “sì” da Luca e replicato, con simpatia, da Cecilia. Gli esperti di Matrimonio a prima vista 2019 puntano molto su questa coppia, e stando alla prima puntata mi sento anch’io molto positiva. 

La verità però è che, contrariamente alle altre due coppie, Luca e Cecilia hanno dalla loro l’attrazione fisica. 

Vuoi rimanere sempre informato su Matrimonio a prima vista Italia? Ecco alcuni link utili: 

Matrimonio a prima vista
Real Time
Tratto Rosa: pagina Facebook