Luci di Natale, regali, presepe e albero addobbato. Tutte cose che facciamo quasi meccanicamente in preda all’atmosfera natalizia che in molti è forte anche in questo momento di estrema difficoltà. Ma… qual è l’origine di queste abitudini?

Le leggende di Natale sono tutte quelle storie che, tramandate negli anni, ci fanno capire il perché di gesti che ormai facciamo senza neppure conoscerne i motivi. Case addobbate a festa, decorazioni precise che richiamano immediatamente il Natale al primo sguardo. Da cosa nascono? Su cosa affondano le loro radici?

Le tradizioni che riguardano questo periodo magico sono tante, così come sono tante le leggende di Natale antiche centinaia di anni! Dobbiamo andare, infatti, indietro nel tempo, fino al 1200, per scoprire l’origine del presepe. Penserete che sia normale farlo, che sia semplicemente perché è Natale e si festeggia la nascita di Gesù bambino per i cattolici. Ma l’abitudine di fare il presepe a Natale non è sempre esistita. Infatti il primo a farò fu San Francesco D’Assisi.

Le leggende di Natale

In seguito ad un viaggio lungo i sentieri percorsi da Gesù secondo la Bibbia, San Francesco sentì la necessità, una volta tornato in Italia, di fare una rappresentazione viva. Questo accadde a Greccio, in una piccola grotta scelta dal santo.

Il presepe e l’albero rappresentano quasi il sacro e il profano di Natale, eppure anche l’abitudine di mettere palle di Natale sull’albero è legato alla religione!

Se quella del presepe è storia, qui parliamo di una vera e propria leggenda. Qualcosa che potrebbe essere accaduta oppure no, ma è una leggenda e in fondo, non è importante. Ciò che conta è proprio quel suo velo di mistero e quell’abitudine che si porta con sé che, insieme ad una narrazione verosimile, assume una nuova magia.

Le leggende di Natale

Si narra dunque di un artista di strada molto pover che viveva a Betlemme. Anche lui aveva saputo della nascita del bambino Gesù, ma non aveva nulla da donare se non la sua arte. Fu dunque questo il so regalo: una esibizione di giocoleria. Il giocoliere fece così ridere il bambino e, secondo la leggenda, è dunque questo il motivo per il quale si addobba l’albero di Natale con le palle.

Le leggende di Natale però non riguardano solo la religione

Perché infine si decora l’albero di Natale? Le leggende di Natale legate a questa abitudine sono due. Si narra sempre di un giovane boscaiolo. In una versione della storia costui si perse nel bosco e passò la notte sotto ad un abete. Il mattino dopo, gli uomini che ritrovarono il boscaiolo furono meravigliati dalla vista del l’abete coperto di neve che sembrava da questa decorato. Così decisero di portare dentro casa dei piccoli abeti per ricreare quella visione spettacolare.

Le leggende di Natale

L’altra leggenda narra del boscaiolo che rimase meravigliato dalla vista di un abete attraverso il quale si intravedeva o le stelle della notte. Questo sbrava dunque illuminato in tutt’al sua forma. Decise così di tagliare un piccolo abete, portarlo a casa 3 decorarlo con delle candele, così da ricostruire quella poetica immagine. La moglie, estasiata dall’idea del marito, decise di decorare un abete ogni anno per Natale, nel medesimo modo. Così nacque l’albero di Natale.

Secondo voi quale delle due versioni è più credibile? Quale preferite?

  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares
  • 8
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *