Arriva oggi 7 ottobre in libreria “Questo amore sarà un disastro”, l’atteso, anzi attesissimo nuovo romanzo di Anna Premoli edito da Newton Compton. Io, chiaramente, non me lo sono lasciata scappare e l’ho letto in anteprima per voi: volete conoscere il mio parere? Continuate a leggere l’articolo. 

Anna Premoli è indubbiamente una delle scrittrici italiane più amate, se non proprio la più amata dai lettori del genere Rosa. Sono certa che molti, come me, custodiscono una copia cartacea di ogni suo romanzo nella propria libreria; da riguardare con occhi sognanti, e magari rileggere per chi ama farlo. È anche vero, tuttavia, che nell’ultimo periodo non ho sempre avuto soltanto parole di elogio per le sue creature di carta, come capitava non troppo tempo fa, quando le storie di Anna Premoli mi lasciavano senza fiato e un enorme bagaglio di emozioni e risate impossibile da dimenticare. (Leggi QUI le mie recensioni ai libri di Anna Premoli). 

A questo punto suppongo sarete davvero curiosi di sapere cosa ne penso di “Questo amore sarà un disatro”, il nuovo romanzo rosa di Anna Premoli fresco fresco di pubblicazione. Vi accontenterò a brevissimo, prima le informazioni utili per questo libro: 

Recensione questo amore sarà un disastro di anna premoli

Titolo: Questo amore sarà un disastro
Autore: Anna Premoli
Genere: Romanzo rosa 
Editore: Newton Compton
Data di pubblicazione: 7 ottobre 2019
Link d’acquisto: Amazon 

Trama: 

Edoardo Gustani è un rampante golden boy della finanza milanese, esperto di fusioni e acquisizioni, interessato a rilevare la maggioranza della Health Green, in difficoltà in seguito a qualche colpo di testa dell’ultimo amministratore delegato. Per portare a casa l’accordo Gustani deve convincere i membri della famiglia Longo, proprietari da comgenerazioni. C’è solo uno scoglio da superare: avere il parere favorevole di Elena, nipote delle quattro anziane azioniste.

Elena non ha più nulla a che fare con la società, da quando il padre le ha preferito il figlio maschio come amministratore delegato. Ha voltato pagina e aperto un centro olistico nel quale le persone possono allontanarsi dal caos quotidiano. Edoardo non riesce a credere che Elena non voglia lasciarsi convincere dalle sue validissime ragioni. La sconfitta non fa parte del suo DNA. Decide quindi di trascorrere qualche giorno nel centro di Elena. È sicuro di riuscire a farla ragionare sfruttando il suo grande fascino. Ma ci sono imprevisti che nemmeno un cinico e calcolatore uomo d’affari può immaginare…

Recensione: 

Eccoci, dunque! Come vi ho anticipato in apertura, ho avuto la possibilità di leggere in anteprima “Questo amore sarà un disastro” scritto da Anna Premoli, da oggi 7 ottobre in libreria grazie a Newton Compton (leggi QUI tutte le nostre recensioni ai libri dello stesso editore), ho impiegato in tutto quattro giorni ma solo a causa di impegni lavorativi/personali che mi hanno rallentato, altrimenti avrei ultimato la lettura in un massimo di due; ogni tanto mi tocca anche di dormire! 

Anna Premoli ci ha abituati a un flusso narrativo scorrevole, e in “Questo amore sarà un disastro” non è differente.

La narrazione scorre liscia come l’olio, grazie anche all’aiuto di dialoghi avvincenti, i classici botta e risposta senza esclusione di colpi, dove le due parti sanno sempre cosa dire e quale sia la risposta giusta con cui controbattere. Avvincenti, certo, forse non troppo vicini alla realtà dove la cosa giusta da dire arriva sempre troppo tardi… Le discussioni nella vita vera vengono bene solo quando le stai ancora immaginando, ma si rivelano tutt’altro nel momento in cui stanno avvenendo. 

Quelli che troverete in “Questo amore sarà un disastro” sono due protagonisti con una parlantina inarrestabile, due logorroici a tratti anche molto divertenti, con tutte le carte in regola per stare simpatici al lettore (più Elena, azzerderei, di Edoardo che però si scoprirà più umano di quanto immaginava e saprà conquistarvi). Hanno idee ben chiare su come debbano condurre le proprie vite, su dove siano dirette le loro esistenze, su cosa sia giusto e cosa sbagliato e su quanto la razionalità in certe occasioni non debba MAI e poi MAI passare in secondo piano; figurarsi accantonarla del tutto, come non si sapesse neppure cosa sia, o di averla mai posseduta. 

Ma il nuovo libro di Anna Premoli è pur sempre un romanzo rosa, e quando mai in un romanzo rosa le alte mura dietro cui si barricano i protagonisti non vengono abbattute anche in modo coatto, se necessario?

Aspettatevi quindi una storia romantica ma non sdolcinata, che attraversa e mette in luce le paure, le titubanze, le sciocchezze, gli inciampi di una storia d’amore tra persone comuni e assolutamente realistiche; ognuno con il proprio trascorso, e le convinzioni di una vita intera che vanno a disperdersi quando alla mente subentra il cuore. 

È così che nascono le storie che poi significano tutto, mi trovo a pensare: quando anche il nulla inizia ad avere il valore che non avresti mai sospettato.

“Questo amore sarà un disastro” racconta un sentimento vero, che nasce proprio quando non doveva come spesso accade nella vita reale. Che si evolve con una rapidità che terrorizza, che non puoi frenare, che non sai come e quando andrà a schiantarsi ma sei certo che lo farà e correre ai ripari, sapendo che potrebbe essere troppo tardi e se così fosse per te non ci sarà più pace, diventa una questione di vita o mera esistenza. 

Quello che non mi ha convinto di “Questo amore sarà un disastro” di Anna Premoli: 

Si tratta, come avrete intuito dalla trama riportata sopra, di un Financial Romance: e questa parte, diciamo finanziaria/econimica è davvero molto, molto predominante. Dopo i ringraziamenti troverete un vero glossario che racchiude tutti i termini finanziari utilizzati sul libro, con relativa spiegazione sul significato. 

Acronimi, segmenti, tipologie di contratto o investimento, decreti legge, clausole. Legalese puro all’interno di alcuni dialoghi! Sono cose che, a mio avviso, per quanto necessarie per lo sviluppo credibile della trama, spezzano un po’ il ritmo della lettura altrimenti incalzante; un po’ meno sarebbe stato perfetto, chiaro allo stesso modo, credibile allo stesso modo, senz’altro meno pesante.

Pur essendo questa una commedia rosa, ho cercato di essere il più veritiera possibile nel trattare gli argomenti economici, che sono sì stati semplificati per necessità di spazio, ma  che rimangono sempre molto attuali, dato il tessuto impreditoriale del paese. (Dai ringraziamenti di “Questo amore sarà un disastro”). 

Come forse alcuni di voi sapranno, Anna Premoli possiede una laurea in Economia dei dei mercati finanziari e lavora ad oggi nel mondo della Finanza. Ecco, il mio sospetto è che, trattandosi di un argomento per lei molto naturale, che fa parte della sua vita da parecchio tempo, non si sia resa conto di aver calcato troppo la mano e, in questo caso, mi permetto di dire che l’editor che cura e segue i suoi testi avrebbe dovuto farlo presente; fermo restando che uno sfoltimento sarà stato fatto sicuramente, leggendo “Questo amore sarà un disastro” si ha comunque a tratti la sensazione, soprattutto nei primi due capitoli (a mio parere massacranti, come introduzione), di trovarsi a una lezione universitaria alla facoltà di Economia e Finanza. E nessuno ne aveva l’intenzione! 

Al contrario siamo stati abituati agli accenni sulla situazione politica del Paese in cui sono ambientati i suoi romanzi, in questo caso è l’Italia. Per la precisione la città di Milano, dove Anna Premoli vive e che conosce molto bene anche dal punto di vista amministrativo; e si calca la mano una seconda volta, seppure meno che con il fattore Economico – Finanziario. 

La storia tra i due protagonisti, in linea definitiva, mi è piaciuta molto.

Risposta giusta sempre pronta a parte, trovo la storia raccontata da Anna Premoli in “Questo amore sarà un disastro” più che realistica e attuale. Il giusto grado di romanticismo e lato razionale ben dosato. Non ci sono grossi colpi di scena, a non mancare sono gli importanti punti di riflessione che nella loro apparente semplicità toccano temi e valori importanti. Tuttavia, non posso negare di aver fatto parecchia fatica a mandar giù tutta quell’economia, finanza, amministrazione comunale in pillole nemmeno a basso o di rado dosaggio. Non in linea con il genere in cui è collocato il libro, a mio avviso. Inaspettate e non richieste, in questa quantità, da chi acquista un romance. Che portano alla noia, e non vi garantisco che qualcuno non finirà a saltare la lettura di paragrafi interi! E per questo, le mie stelle sono quattro e non cinque. 

Recensione Questo amore sarà un disastro

  • 20
  •  
  •  
  •  
  •  
    20
    Shares
  • 20
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *