Vuoi sapere se la tua abitazione è coperta dalla fibra ottica? Ecco come fare a verificare in modo semplice e veloce la copertura della fibra ottica e tutti i vantaggi di averla in casa.

Come verificare la copertura della fibra?

Effettuare la verifica della copertura della fibra ottica è un processo semplice e immediato.

Basterà fare una breve ricerca online per sapere subito se la nostra abitazione è raggiunta dalla fibra ottica FTTH (Fiber To The Home). In genere si effettua questa operazione quando ci trovaimo nell’esigenza di attivare un abbonamento internet domestico e vogliamo sapere quali opzioni di connessione abbiamo a disposizione. Per verificare se la nostra casa è raggiunta dalla fibra ottica sarà sufficiente fornire lindirizzo specifico della nostra abitazione, o dove vogliamo venga attivata la connessione. É molto importante fornire tutti gli elementi per consentire una esatta identificazione dell’immobile: indirizzo, numero civico ma sarà necessario specificare anche l’edificio di appartenenza in caso si tratti di un complesso di edifici registrati allo stesso indirizzo. Per verificare la copertura della fibra possiamo utilizzare i molti sistemi di verifica gratuiti messi a disposizione online dagli operatori di telefonia. Una volta effettuata una comparazione delle tariffe potremo procedere con la stipulazione del nuovo contratto, approfittando dei molti vantaggi messi a disposizione dai provider per i nuovi clienti.

Fibra ottica, tutti i vantaggi di averla in casa

La fibra ottica rappresenta ad oggi, la tecnologia più efficace per chi desidera massimizzare le prestazioni della propria rete domestica. Una connessione in fibra ottica consente infatti di navigare alla massima velocità possibile, da un minimo di 30 Mbit/s fino a un massimo di 300 Mbit/s ma può toccare in alcuni casi anche 1 Gigabit al secondo. Sebbene sia la soluzione migliore, in termini di connessione, non tutti possono averla a disposizione, in quanto la copertura della fibra è ancora limitata sul territorio nazionale. La fibra infatti, prevede che che il collegamento arrivi direttamente dentro l’abitazione dell’utente, collegando fisicamente ogni unità abitativa alla rete. Un’operazione che richiede necessariamente dei procedimenti più complessi e delle tempistiche più lunghe rispetto, ad esempio, a una tradizionale connessione ADSL.

Al momento, gli operatori che offrono una copertura fibra ottica sono Tim, Vodafone, Wind, Infostrada e Tiscali. Fino a poco tempo fa la copertura della fibra era limitata alle grandi città per lo più ubicate nel nord Italia, ma nei tempi più recenti è stato portato avanti un importante piano di digitalizzazione nazionale, allargando la copertura della fibra anche nelle regioni che ne erano sprovviste. Un obiettivo importante ma necessario, considerato il fatto che l’Italia è tra i paesi meno digitalizzati d’Europa.

Cosa fare se manca la copertura della Fibra ottica

Può capitare che la possibilità di attivare una connessione in fibra ottica non sia praticabile.

In caso di mancata copertura della fibra ottica esistono comunque diverse valide alternative per la propria connessione domestica. Una possibile scelta è appoggiarsi su un diverso tipo di fibra, la fibra mista rame FTTC che può garantire una velocità di connesisone fino a 100 Mbit/s. Se anche questa dovesse risutare non disponibile, per mancata copertura o problemi tecnici relativi all’installazione, possiamo affidarci ad altre soluzioni. Una connessione ADSL può rappresentare sicuramente una valida opzione, grazie alla copertura quasi totale sul territorio italiano; in alternativa possiamo sfruttare una connessione wireless, tramite router, oppure sfruttare i dati del nostro smartphone attivando l’hotspot del telefono.

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  • 2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *