“Il mistero delle dieci torri” è una raccolta di dieci storie scritte nel tempo, ricche di congetture e di segreti da svelare. Di personaggi, dieci uomini, dieci torri legate tra loro da un’unica penna, quella di Marcello Simoni.

Se la lettura è un viaggio Marcello Simoni è il comandante del vascello che che sa dove guidarci. Con “Il mistero delle dieci torri”, insieme a Newton Compton Editori ci porta alla scoperta a cavallo tra i secoli per farci conoscere dieci suoi personaggi. Uomini valorosi, mercanti, laici e religiosi, nobili e ladri. Brevi racconti durante i quali un velo di mistero ci catturerà e stregherà.

Il mistero delle dieci torri

Titolo: Il mistero delle dieci torri
Autore: Marcello Simoni
Genere: Racconti Gialli
Editore: Newton Compton Editori
Link d’acquisto: Amazon

Trama:

Quali misteri ha dovuto svelare Ignazio da Toledo, conosciuto come il mercante di libri maledetti, prima di partire dalla Palermo di Federico II e fingersi morto? Quali complotti ha ordito, in sua assenza, l’astrologus imperiale Michele Scoto? Ecco alcuni dei personaggi che popolano questa raccolta di racconti. Figure di un grande arazzo in cui fanno la loro comparsa anche il fratello gemello di Cosimo de’ Medici, il corsaro Khayr al-Dīn Barbarossa, il cavaliere ospitaliero Leone Strozzi e persino Licio Ganello, un mago fiorentino che, una volta morto, diventerà oggetto degli studi anatomici di Leonardo da Vinci.

Un vero e proprio viaggio per terra e per mare, attraverso i secoli, che conduce il lettore in luoghi lontani nello spazio e nel tempo, facendogli incontrare sia volti già noti e amati, sia protagonisti del tutto nuovi. Dalla nascita della città etrusca di Spina alle battaglie navali avvenute nel Mar di Levante sullo scorcio del XVI secolo, passando per la Sicilia dello Stupor mundi, le corti rinascimentali e le lagune del basso ferrarese del secondo dopoguerra: con Il mistero delle dieci torri Simoni tocca temi e luoghi cari al suo immaginario, risucchiando il lettore in un vortice d’avventura, da maestro del genere qual è.

Recensione:

Da dove nascono i personaggi più noti dei romanzi di Marcello Simoni? Quali altre storie popolano la mente del giallista? Domande a cui “Il mistero delle dieci torri” pone in parte una risposta. Non possiamo infatti sperare di avere tutto, un vero giallista, come un mago, non rivela mai i propri trucchi.

Eppure Marcello Simoni sceglie in questo nuovo romanzo di aprirsi e stupirci al tempo stesso. Non si limita a raccontare, a trascinarci in un crescente di mistero, ma ci ripropone alcuni dei suoi personaggi più amati accostati a a tanti altri per noi nuovi. Lo fa con maestria, con coerenza, facendoci viaggiare tra mare e terra. Partendo dalla Sicilia per raggiungere una terra in cui il mistero è l’unica consapevolezza. Lo fa facendoci viaggiare tra i secoli e i luoghi per scoprire sempre qualcosa di nuovo.

Attraverso le parole di Marcello Simoni il lettore scopre poco per volta “Il mistero delle dieci torri”. Ci sembrerà di essere condotti per mano, di salire una scalinata buia e insidiosa fino alla vetta più alta, fino ad arrivare a quella finestra che ci mostrerà la luce.

È questa la bravura di Marcello Simoni: in poche pagine riesce a catalizzare completamente l’attenzione del lettore sulla storia. Crea pathos, tensione e mistero che solo nell’ultimo rigo saranno risolti. Come quando si cammina in un corridoio buio e all’improvviso, aprendo la porta, compare la luce. “Il mistero delle torri” è scritto con una tensione crescente che tiene il lettore da subito incollato, lo spinge a cercare qualcosa in quel corridoio fino alla maniglia di quella porta che dovrà essere aperta. E a un tratto la soluzione, che ci porta ad appassionarci a ogni singolo personaggio da lui creato.

“Il mistero delle dieci torri” ha il pregio di essere una lettura scorrevole ma al tempo stesso magnetica e intensa anche per chi si interfaccia per la prima volta con questo autore.

 

Fabiola Criscuolo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *