Jodi Ellen Malpas sa come catturare il lettore tra le pagine di questo romanzo ricco di nobiltà, attrazione e scandali.

La lettura di Una principessa ribelle mi ha portato a sperimentare sensazioni diverse man mano che la storia si è sviluppata tra le oltre trecento pagine alla corte del Re d’Inghilterra fino ad arrivare a un finale a sorpresa.

Titolo: Una principessa ribelle
Autore:Jodi Ellen Malpas
Genere: Romanzo rosa
Editore: Newton Compton Editori
Data di pubblicazione: 15 ottobre 2019
Link d’acquisto: Amazon

Trama:

Adeline è la terzogenita del Re d’Inghilterra, davanti a lei nel ramo dei discendenti pretendenti al trono il primogenito John, che ha già assimilato obblighi e regole di una rigida aristocrazia, e Eddie il fratello a cui la principessa si sente più vicina anche per la stessa ricerca di evasione dall’etichetta. Si perché le regole che la famiglia reale deve seguire, i protocolli, le usanze, le attenzioni, sono tutti schemi che stanno stretti ad Adeline che cerca di reagire a quelle che vive come costrizioni del suo rango e della sua famiglia.

Lei che ha sempre dimostrato di imporsi e saper gestire amanti anche fuori dalla cerchia nobiliare, cadrà presto attratta da un magnifico attore americano, con il quale scoprirà che può anche essere piacevole obbedire se è un uomo tanto sfrontato quanto seducente a chiederlo, con lui scoprirà la vera libertà e la vera se stessa. Se infatti all’inizio per entrambi può sembrare solo attrazione, capiranno presto che non è solo quello, che non possono fare a meno l’uno dell’altra e riusciranno a scegliere che per un ‘noi’ vale la pena anche di mettersi contro la famiglia reale.

Non mancherà però chi vuole impedire loro di stare insieme.

Recensione:

Al termine della lettura di questo romanzo possono affermare che l’autrice ha studiato la giusta struttura per questa storia, presenta sin da subito il personaggio di Josh per il seduttore irriverente che è, ruvido in modo perfetto; dettaglia molto bene i sentimenti della principessa ora battagliera, ora incredula di poter superare la rigidità della sua famiglia, sempre disponibile con chi lo merita, pungente con chi la attacca; crea l’attesa di un evento che smuoverà gli equilibri; aggiunge intrighi, personaggi antagonisti, scene divertenti, per arrivare a un vero e proprio gran finale.

Ma, andiamo per ordine. Il primo pensiero che ho avuto dopo l’incontro tra i due protagonisti è che avevo iniziato una lettura dove le scene di sesso dovevano per forza colpire il lettore, in parte è stato così ma, per fortuna non è stato solo questo. Di sicuro ho apprezzato molto di più le scene romantiche o pericolose vissute da Adeline con Josh che quelle hot con le quali l’autrice mi sembra abbia voluto letteralmente lasciare il segno ma, con un non so che di troppo.

Quella che viene raccontata è la storia d’amore che a tutti pare impossibile, la principessa reale inglese e il sexy attore americano, una storia alla quale partecipano anche altri protagonisti minori. Dopo un approccio frivolo con Adeline, la conquista come sfida lascia spazio a sentimenti nuovi che fanno paura e vengono affrontate anche situazioni che fanno pensare e commuovere, una su tutte l’imposizione dei matrimoni che ancor più tra i reali sono questione prima di stato e solo in ultimissimo caso di sentimenti. I dubbi della Principessa ci vengono ripetuti per molte pagine, certa di odiare la ‘prigione’ in cui vive, lei stessa si renderà conto che non sa vivere senza la protezione del suo entourage immersa nel mondo vero.

“Mi ha fatto desiderare qualcosa perché lo voglio per me, non per disobbedire e sfidare le regole. E questo mi sorprende e mi spaventa al tempo stesso”.

Gli equilibri, le regole, le imposizioni della monarchia sono molto realistici, se da una parte potremmo affermare che oggi anche la famiglia reale inglese è più aperta a chi è fuori dalla cerchia dei nobili, è un discorso che vale solo per le ultime generazioni. Segreti e severa etichetta permangono tuttora, il controllo della stampa anche e ogni volta che una situazione mi è sembrata irreale il pensiero è andato subito a Lady Diana.

Amo queste storie dell’aristocrazia moderna e antica e consiglio la lettura di Una principessa ribelle ma, cosa mi è mancato?

Sicuramente qualche descrizione e qualche spiegazione in più anche se forse l’autrice ha volutamente lasciato spazio alla fantasia del lettore. Alla fine del libro qualche domanda mi è rimasta.

Specie nei momenti di maggior tensione avrei sicuramente voluto avere anche il punto di vista di Josh o della Regina consorte che, quasi in silenzio per tutta la narrazione, sarà tutt’altro che un personaggio di poco conto per la storia.

Il finale è sicuramente ad effetto. Troppo?

Se vogliamo trovarci un messaggio potrei dire che davvero tutto può accadere anche ciò che ci sembra impossibile; la vita è sorprendente e nessuno merita la repressione dei sentimenti. L’incredulità di Adeline su un particolare delle prassi reali rimane però anche il mio. Non resta che attendere che venga acquistato e tradotto il seguito di ‘The Smoke & Mirrors Duology’.

Quattro stelle. Non arrivo a 5 perché il finale de “Una principessa ribelle” mi ha lasciato qualche dubbio.

Marika Nebbiolo.

  • author's avatar

    By: Marika Nebbiolo

    Sono una mamma e una moglie, impiegata, appassionata della mia famiglia e del Piemonte dove vivo. Leggo molto, da quando mi regalarono i primi libri di una bellissima collana di storie per ragazzi.
    Dal 2005 sono giornalista pubblicista, con piccole collaborazioni con due periodici locali. Scrivo di cronaca, cultura, spettacoli locali.
    Mi appassionano le storie delle persone, penso che ognuno avrebbe diritto ad avere il libro che racconta la storia della sua vita.

  • author's avatar

  • author's avatar

    See all this author’s posts

  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares
  • 15
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *