E se lavorare d’estate non fosse esattamente l’incubo che avevate pensato? E se potreste comunque divertirvi e creare dei ricordi?

Una delle cose che purtroppo non possiamo evitare – a meno che non voi non siate insegnanti – è lavorare d’estate. Esatto. Quando tutti sono al mare, ad abbronzarsi sotto il sole e a divertirsi in strepitose feste in spiaggia, oppure in giro per il mondo, noi poveri sfigati siamo lì, chiusi in un ufficio oppure in un ristorante, in pub, in una discoteca, a lavorare per il resto della popolazione. La parte fortunata.
Certo, nella società in cui siamo adesso dobbiamo quasi ringraziare se abbiamo trovato un qualsiasi lavoro. Che sia esso a tempo determinato, indeterminato, stage o qualsiasi altra cosa.

Eppure, nonostante sappiamo quanto si è fortunati ad avere un lavoro, l’arrivo dell’estate fa solo sognare ore sotto il sole, notti sotto le stelle. Mare o montagna. O posti esotici o città piene di monumenti e musei.  Non sempre è possibile allontanarsi, e se per quest’estate non siete riusciti ad organizzare nulla, non vi resta che vivervi la vostra città come farò anche io!

Cosa fare quando d’estate si è costretti a stare in città, alternando ore di lavoro a tempo libero? 

Bhe, non dubitate, qualcosa di bello e di divertente si può trovare che lavoriate o meno. Molte città, ad esempio, organizzano dei bei festival a cui poter partecipare durante i momenti liberi. Magari quella serata di musica dal vivo nel tale locale che, prima di questo momento, non avevate neanche preso in considerazione. Magari è anche un locale all’aperto, e cosa c’è di meglio di sorseggiare un drink freddo sotto il cielo limpido di una notte d’estate?

O anche, approfittare delle belle serate per restare in terrazza o sul balcone, a leggere un libro di quelli che avevate messo da parte. Così tanti libri che probabilmente non basterebbe una vita intera, ma che sono perfetti da iniziare durante l’estate. Non sapete cosa fare durante il giorno? Perché non dedicare le vostre ore libere, ad esplorare i quartieri sconosciuti della vostra città, o i dintorni? Probabilmente potreste scoprire dei posti d’incanto, negozi che non pensavate esistessero, o conoscere persone interessanti.

Quindi non abbattetevi. Anche se si lavora, l’estate può essere comunque il periodo perfetto per divertirvi o rilassarsi, utile per risparmiare quanti più soldi possibili per organizzare la vostra stupenda vacanza in autunno. Meno caro, meno caldo, decisamente più apprezzato!

Ambra Ferraro.

  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares
  • 6
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *